Napoli, dopo lo sgombero l’ex deposito Anm torna al comune

SULLO STESSO ARGOMENTO

“La struttura è tornata nella disponibilità del servizio Demanio e Patrimonio del Comune, che ha provveduto, attraverso il servizio Politiche di inclusione, all’accoglienza dei nuclei familiari interessati dalla procedura di sgombero.

Le utenze sono in fase di disdetta e Asia completerà a stretto giro, con il coordinamento del servizio Igiene, la rimozione dei rifiuti presenti nei locali”. A spiegarlo è l’assessore al Patrimonio del Comune di Napoli, Pier Paolo Baretta parlando dello sgombero dell’ex deposito Anm Stella Polare, in corso Arnaldo Lucci, occupato abusivamente da alcune settimane.

“Con la restituzione dell’immobile alla disponibilità del Comune di Napoli – precisa Baretta – potrà essere ripreso il progetto del Parco Archeologico della metropolitana linea 1 a piazza Municipio – Archeolab “Stella Polare”, già approvato dalla giunta e finanziato con risorse del Piano di Azione e Coesione – Interventi per la valorizzazione delle aree di attrazione culturale.

    Il procedimento è in capo al servizio Valorizzazione della Città Storica e, allo stato attuale, risulta aggiudicata la gara di Progettazione esecutiva, direzione lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, indagini e rilievi preliminari per l’intervento di realizzazione del Parco Archeologico”.

    “Grazie al ministro Piantedosi e alle forze dell’ordine che hanno raccolto la nostra denuncia, è stato finalmente sgomberato l’ex deposito Stella Polare dell’Anm, che da mesi era occupato abusivamente da un centinaio di persone di origine rom.

    L’invito a Palazzo San Giacomo è quello di agire seguendo la linea dettata dal governo nazionale, e di fare la sua parte per contrastare in maniera efficace e duratura ogni forma di illegalità, ristabilendo vivibilità, dignità e decoro nei nostri territori.

    Ora, il Comune non perda altro tempo prezioso e non si faccia prendere dal solito immobilismo, e si attivi subito per il totale recupero dell’edificio e per restituirlo a Napoli e ai napoletani”. Lo dichiara Severino Nappi, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Campania.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Arrestato 14enne a Salerno per spaccio di hashish

    I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Salerno hanno arrestato un 14enne salernitano per detenzione illecita e spaccio di hashish. L'arresto è avvenuto all'uscita...

    Voto e studenti fuori sede: accordo in Parlamento per le elezioni europee

    E’ stato approvato oggi, in commissione Affari costituzionali al Senato, l’emendamento al disegno di legge in materia di elezioni che prevede il riconoscimento del...

    Mondragone, pusher minacciano il cliente che non acquista droga: arrestati

    Come i mariti che non accettano la fine della relazione coniugale e minacciano le compagne anche gli spacciatori, mossi da sentimenti diversi della gelosia,...

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE