Napoli, alla guida sotto l’effetto di droghe: denunciati in 4

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il Compartimento Polizia Stradale Campania e Basilicata effettuerà, durante questa stagione estiva, alcuni servizi di contrasto alla guida in stato di alterazione derivante dall’assunzione di alcol, sostanze stupefacenti o psicotrope, con l’utilizzo di un laboratorio mobile messo a disposizione dalla Società Tangenziale di Napoli spa.

La scorsa notte, presso la barriera autostradale della A56 Agnano-Astroni, si è dato il via al primo dei suddetti servizi di controllo.

Il dispositivo, composto da pattuglie della Polizia Stradale della Sezione di Napoli e della Sottosezione Autostradale di Fuorigrotta, ha ottenuto un eccellente risultato che ha portato alla denuncia di 4 conducenti risultati positivi a sostanze stupefacenti su un totale di 27 persone controllate, contestando inoltre, 11 infrazioni al Codice della Strada e 4 patenti di guida ritirate nonchè un veicolo sequestrato per confisca.

    Lo scopo principale di tale progetto è quello di abbattere il numero degli incidenti stradali sollecitando l’adozione di condotte di guida responsabili da parte dei degli utenti della strada favorendo così non solo la sicurezza della circolazione ma anche e soprattutto la tutela della vita umana.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Blitz a Pomigliano d’Arco: armi e droga, indagata famiglia peruviana

    A Pomigliano d'Arco, i carabinieri della stazione locale hanno condotto un blitz presso un'abitazione situata in via Mauro Leone. L'operazione ha coinvolto un'intera famiglia...

    San Tammaro, sequestrato autocarro con rifiuti pericolosi

    Operazione delle forze dell'ordine nel comune di San Tammaro (CE) ha portato al sequestro di un autocarro Fiat Iveco sospetto di trasporto illegale di...

    ‘Babas, memorie di un cane rosso’, Stella Cervasio presenta il suo ultimo libro al Vomero

    Una donna e un incrocio di molosso sono i protagonisti di una storia speciale di amicizia, basata su rispetto e protezione. Il libro "Babas, Memorie...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE