Napoli, bici elettrica innesca incendio: i carabinieri salvano uomo e i suoi cani

SULLO STESSO ARGOMENTO

Avevano appena terminato i rilievi per il suicidio di un 40enne con problemi psicologici quando, a poche decine di metri, un corto circuito sulla batteria di un bici elettrica ha innescato un incendio in un terraneo.

Intervento decisamente “fuori programma”, ieri, dei carabinieri della compagnia Stella di Napoli nel quartiere Vasto della città, tra via Genova e via Brindisi, dove un anziano determinato a rimanere nel suo “basso” è stato salvato insieme con i suoi cani.

L’intervento è scattato appena dopo lo scoppio della batteria e poco prima che le fiamme si propagassero, per convincere l’uomo, che voleva rimanere in casa, a uscire. I militari lo hanno accompagnato all’esterno dopo avere preso i cani che si erano rifugiati sotto il letto.

    L’incendio è divampato appena dopo: lo stabile è stato solo parzialmente investito dalle fiamme anche grazie all’ intervento tempestivo dei vigili del fuoco.

     



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Pietramelara, urta scooter e causa lesioni al conducente: 57enne denunciato

    Durante la serata del 19 febbraio, un 57enne di Pietramelara (Caserta) è stato denunciato dai carabinieri per lesioni personali stradali in seguito all'urto laterale...

    A Scena Teatro workshop con Giuseppe Sartori ‘Premio Stampa Teatro’

    Workshop teatrale con Giuseppe Sartori: "Premio Stampa Teatro" Il “Teatralmente parlando” è il workshop che si terrà presso l'Auditorium del centro sociale di Salerno...

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE