Napoli, il regista Ivan Silvestrini: “La quarta serie di Mare Fuori è cupa e piena di demoni”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Mare fuori, prodotta da Rai Fiction e Picomedia, serie dell’anno ai Nastri d’argento Grandi Serie, a Napoli, è un vero e proprio tsunami mediatico.

Ascolti monstre, quarta serie sul set (e a seguire quinta e sesta stagione), un film spin off e anche un musical e altro ancora, è quanto è emerso oggi in un incontro stampa, organizzato dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici e Film Commission Campania, con regista, produttori e parte degli adulti del cast.

Dice il produttore Picomedia, Roberto Sessa: “Il futuro è roseo, ci sono diverse attività in cantiere oltre la quarta serie cui seguiranno la quinta e la sesta che definiremo in Rai nel prossimo futuro.

    C’è poi il musical grazie ad un accordo con una compagnia teatrale con alla regia Alessandro Siani e poi, infine, lo spin off cinematografico che non si chiamerà – ci tiene a ribadire più volte – Mare fuori, non si girerà nel carcere ed è ancora tutto in una fase embrionale. Non posso aggiungere molto altro”.

    Più che la trama rivela qualcosa del climax della quarta serie il regista Ivan Silvestrini: “La terza stagione è stata calorosa nel bene e nel male e con un impianto shakespeariano, questa quarta che stiamo girando vede lati più oscuri, personaggi alle prese con demoni profondi. E questo vale anche per i personaggi più inaspettati”.

    E ancora il regista: “Il problema vero – scherza – è se i napoletani ci lasceranno davvero girare questa quarta serie. Ad ogni scena ti applaudono, spero che la apprezzino in silenzio calcolando anche che, in genere, ogni scena é una scena madre”.

    Del fenomeno Mare Fuori, Sessa dice: “In Germania c’è stato un fenomeno simile con Sissi. Anche lì c’è stato un accumulo di ascolti su tutte le piattaforme che hanno distribuito proprio come è accaduto per Mare fuori. Facendo così un record di ascolti nel loro segmento aggregato complessivo”.

    Da qui anche l’idea del film spin off. Spiega ancora Sessa considerando la fascia di età rivelata dagli ascolti: “Forse questa volta riusciamo a portare il pubblico giovane anche in sala”. 



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    ‘Madame Camorra’ di Giovanni Terzi: presentazione del libro a Salerno

    Il 24 febbraio, alle ore 17:30, presso il Salone Genovesi della Camera di Commercio di Salerno in via Roma, 29, si terrà la presentazione...

    “Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

    "Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

    Salerno, bancarotta fraudolenta: misura cautelare per imprenditore e commercialista

    Salerno. Divieto di esercitare l'attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive: misura cautelare personale per due soggetti. Nel contesto di un'ordinanza applicativa di misura cautelare personale,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE