Denuncia del presidente del Porto Turistico di Napoli: ‘Mergellina una cloaca pubblica’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Di notte una discoteca a cielo aperto, una baraonda di auto, moto e brindisi ed aperitivi senza freni con presenza sempre maggiore di criminali, camorristi e parcheggiatori abusivi.

Di giorno una vera e propria cloaca con i cumuli di rifiuti che invadono strada e marciapiedi. È questa la situazione a Mergellina, nell’area degli chalet, denunciata da Michele Pugliese presidente del Consorzio Porto Turistico di Napoli.

Anche stamattina l’area è impraticabile per la presenza inaccettabile di rifiuti.

    In mattinata è stato segnalato anche uno scarico abusivo di liquami maleodoranti in mare.

    “Come denunciamo da anni, la situazione a Mergellina diventa sempre più insostenibile. Un pessimo biglietto da visita per la città e una problematica seria per i cittadini in un luogo diventato ricettacolo di degrado, inciviltà, illecito, violenza, criminalità ed abusivismo”, commenta il deputato dell’alleanza Verdi Sinistra Francesco Emilio Borrelli con il conduttore radiofonico Gianni Simioli che sta portando avanti una campagna su quest’area della città .

    “Senza controlli e un regime di tolleranza zero, la problematica si aggreverà sempre più fino ad arrivare ad un punto di non ritorno. Sugli scarichi abbiamo avvisato subito Arpac e Capitaneria di Porto.”

    Il video

    https://www.facebook.com/watch/?v=3453008901607062



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Napoli: 4 giovani arrestati per rapina violenta ai Giardini del Molosiglio

    Napoli.La Polizia di Stato ha arrestato  4 minorenni, accusati di rapina pluriaggravata ai danni di due ragazzi bengalesi. I fatti risalgono alla sera del 17 novembre 2023, presso i Giardini del Molosiglio a Napoli. Ad inizio mese erano stati arrestati altri due soggetti, rispettivamente di 20 e 18 anni, entrambi...

    Operaio in nero morto a Scafati: 5 indagati

    Sono cinque gli indagati per la morte del giovane operaio Alessandro Panariello, il 21enne operaio di Poggiomarino travolto ed ucciso da una lastra di acciaio che stava sollevando con una carrucola in un cantiere edile di via Melchiade a Scafati. La famiglia attraverso gli avvocati Gennaro Caracciolo e Agostino Russo...

    CRONACA NAPOLI