Bimba di un anno trovata morta in auto: era stata dimenticata dal padre carabiniere

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sarebbe un caso di Forgotten Baby Syndrome quello che avrebbe portato alla morta della piccola di circa un anno, trovata senza vita in un’auto in via dei Fucilieri a Roma.

L’auto era parcheggiata nei pressi della Direzione Generale per il personale militare del ministero della Difesa, nella zona di Cecchignola, dove lavora il padre della bambina che è un carabiniere. La piccola frequentava l’asilo nido interno alla struttura interforze dove il padre avrebbe dovuto accompagnarla prima di andare al lavoro.

la mamma è andata a prendere la piccola, le hanno detto che la bambina non era presente in classe. A quel punto la donna avrebbe fatto la tragica scoperta nel parcheggio in cui era in sosta l’auto del marito. Le urla della donna hanno richiamato l’attenzione di un passante che ha infranto un finestrino, ma per la piccola non c’era più nulla da fare.

    Il personale del 118 giunto sul posto non ha potuto fare altro che constatare il decesso della piccola. I carabinieri che stanno operando sulla zona, che è stata posta sotto sequestro, propendono per una distrazione fatale da parte dell’adulto che era con la piccola che stamani non è mai entrata al nido dove era attesa.

    L’allarme e’ stato lanciato soltanto alle 14 circa, quando sul posto sono stati chiamati i soccorsi da alcuni passanti. Le indagini sul caso sono condotte dai carabinieri coordinati dalla procura della repubblica di Roma.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE