Omicidio Zeppetelli, condanne severe per Maglione e Moscatiello

SULLO STESSO ARGOMENTO

Si è tenuto stamattina dinanzi alla Gup del Tribunale di Avellino, Paolo Cassano, il processo di primo grado per l’ omicidio di Nicola Zeppetelli, 40 anni, di Cervinara, a carico di Alessio Maglione,31 anni e Giuseppe Moscatiello, 23anni, entrambi di Cervinara.

Al termine dell’ udienza il Gup Paolo Cassano ha condannato a severe pene i 2, in particolare: 24 anni di reclusione per Alessio Maglione e 18 anni di reclusione per Giuseppe Moscatiello e quindi con la riduzione di un 1/3 della pena, determinata dalla scelta degli imputati del rito abbreviato, Maglione ad anni 16 anni di reclusione e Moscatiello ad 12 anni di reclusione.

La differenza della pena detentiva tra i 2 è rinvenibile nel fatto che Maglione fu colui che sparò, Moscatiello era imputato di concorso senza aver commesso materialmente il reato. I 2, inoltre, sono stati condannati al risarcimento dei danni e delle spese legali a favore delle parti civile, nonché all’ interdizione perpetua dai pubblici uffici. Gli avvocati delle parti civili sono stati Vittorio Fucci per 4 familiari, Rolando Iorio per un familiare e Marianna Febbraro per un familiare.



    In particolare l’ avvocato Vittorio Fucci ha cercato di colmare la compromissione della fase delle indagini, procedendo a svariate investigazioni difensive autonome, poi trasmesse alla Procura e rispettivamente al Gup, contribuendo alla severa condanna dei 2 imputati.

    A tal proposito bisogna ricordare che il processo è stato fortemente leso nella fase delle indagini a seguito del fatto che la DDA (Procura Antimafia) ha avocato a sé le indagini fino ad un mese circa prima dell’ udienza preliminare, per verificare se ci fossero collegamenti con la criminalità organizzata nella vicenda dell’ omicidio Zeppetelli e quindi se ci fosse una matrice camorristica.

    Ritenendo la DDA, però, che non ci fosse matrice mafiosa, ha trasmesso il fascicolo di indagine circa un mese prima dell’ udienza preliminare alla Procura di Avellino che, visti i tempi di indagine fortemente ristretti, non ha contestato nel capo di imputazione le aggravanti della crudeltà, dei futili motivi e della premeditazione, permettendo agli imputati di procedere con il giudizio abbreviato, che determina a prescindere dall’ esito del processo lo sconto di 1/3 della pena decisa dal giudice.

    Giuseppe Moscatiello è stato difeso dall’ avvocato Luigi Petriello e Alessio Maglione dagli avvocati Pasquale Napolitano e Giulia Cavaiuolo. Il processo, quindi, ora molto probabilmente proseguirà per le successive due fasi: quella dell’ Appello e quella della Cassazione.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Un'importante scoperta archeologica ha svelato il mistero del luogo di sepoltura del filosofo greco Platone. Grazie all'analisi approfondita di un papiro di Ercolano carbonizzato, gli studiosi hanno individuato la tomba di Platone nel giardino a lui riservato all'interno dell'Academia di Atene, vicino al Museion, il sacello sacro alle Muse. La...
    La Kings League si appresta a vivere una nuova entusiasmante edizione con un torneo che promette scintille. Dopo aver annunciato il coinvolgimento di Francesco Totti, l'organizzazione ha rivelato che un altro grande nome del calcio italiano e mondiale parteciperà alla competizione: l'ex attaccante del Milan e Pallone d'Oro, Andriy...
    Gli insulti ai giovani detenuti: "sei un figlio di p..., sei un arabo zingaro, noi siamo napoletani, voi siete arabi di m...".
    Oroscopo di oggi 23 aprile 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete (21 marzo - 19 aprile): La Luna in Acquario potrebbe farvi sentire un po' inquieti oggi. Potreste riscontrare qualche difficoltà nei rapporti interpersonali. Evitate di prendere decisioni affrettate. Il vostro colore fortunato per oggi è il giallo. Toro...

    IN PRIMO PIANO