Nuovo colpo ai signori del pezzotto: 13 indagati e 1,3 milioni di utenti bloccati

Un colpo durissimo ai signori del pezzotto e alla...
L'OPERAZIONE

Cori razzisti: 171 Daspo a tifosi della Juventus

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sono 171 i tifosi della Juventus che saranno sottoposti al provvedimento Daspo dalla Questura di Torino.

PUBBLICITA

Cori razzisti, 171 tifosi della Juventus sottoposti a Daspo

È il risultato dell’inchiesta della Digos del capoluogo piemontese, nell’ambito del contrasto alla discriminazione razziale nello sport, un lavoro imponente fatto attraverso audio e filmati che ha permesso di individuare chi durante la partita tra Juventus e Inter, giocata all’Allianz Stadium lo scorso 4 aprile nella semifinale di Coppa Italia.

Lanciò dal primo anello della Curva Sud cori e ululati indirizzati al giocatore neroazzurro Lukaku. A quanto si apprende, gli insulti a sfondo razzista vennero lanciati da 250 persone. Sono in corso ancora indagini per identificare tutti i coinvolti nella vicenda.

La maxi operazione della Digos (ancora in corso)

Alcuni identificati appartengono ai gruppi ultrà bianconeri. I 171 in questione, oltre che dal Daspo, sono stati raggiunti da contravvenzioni per violazione del regolamento d’uso dell’impianto sportivo per avere intonato i cori.

Durante l’inchiesta della Digos inoltre sono stati segnalati alla procura federale un episodio accaduto a metà del primo tempo, sempre di Juventus-Inter, quando la quasi totalità del settore ospiti ha intonato il coro “Liverpool, Liverpool” in chiaro riferimento ai tragici fatti dell’Heysel.

L’importante risposta collegiale arriva da Torino dopo anche i cori razzisti sentiti sabato all’Olimpico di Roma per la partita tra Lazio e Torino. Inoltre, ieri durante Juventus-Napoli sono stati lanciati insulti contro il presidente della Figc Gabriele Gravina colpevole secondo la tifoseria bianconera di aver chiesto l’archiviazione per il giocatore Lukaku.

Sempre ieri la procura federale, a quanto si apprende da fonti autorevoli, ha segnalato cori di discriminazione territoriale contro i napoletani (“Vesuvio lavali con il fuoco” e “Acqua e sapone, usate acqua e sapone”), slogan partiti sempre dalla curva che dopo i fatti contro l’Inter rischierebbe una recidività.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE