IL FATTO

Tenta operazione alle poste con documenti falsi, 22enne arrestato a Cicciano

SULLO STESSO ARGOMENTO

A Cicciano i carabinieri della locale stazione hanno arrestato per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi e sostituzione di persona Andrea Scibelli, 22enne della provincia di Avellino già noto alle forze dell’ordine.

Operazioni all’ufficio postale con documenti falsi, arrestato

I militari – su indicazione della centrale operativa – intervengono nell’ufficio postale. Era stata segnalata la presenza di un giovane che voleva effettuare delle operazioni allo sportello ma i suoi documenti di identità destavano più di qualche sospetto.

In manette un 22enne della provincia di Avellino

Dagli accertamenti i militari hanno appurato che Scibelli fosse in possesso di una tessera sanitaria e di una carta di identità riportante sì la foto del giovane ma intestata e rilasciata ad un’altra persona.

    Il 22enne della provincia di Avellino è ora in attesa di giudizio mentre i documenti sono stati sequestrati.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    “Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

    "Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

    Avellino, scoperti telefoni e droga nella cella del boss

    La polizia penitenziaria ha effettuato una perquisizione straordinaria nella cella di un boss della camorra all'interno del carcere di Avellino, dove sono stati scoperti...

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE