Oroscopo di oggi 14 giugno 2024

Oroscopo di oggi 14 giugno 2024: le previsioni dello...

Morte Maradona, processo per otto tra medici e infermieri accusati di ‘omicidio’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Otto operatori sanitari saranno processati per le loro presunte responsabilità nella morte del leggendario calciatore Diego Armando Maraona, icona del Napoli e della nazionale argentina, avvenuta nel 2020. Lo ha stabilito una corte d’appello nel Paese sudamericano, come riferiscono i media argentini. Respingendo i ricorsi della difesa, la Corte d’Appello e Garanzie di San Isidro ha condannato il neurochirurgo e medico di famiglia Leopoldo Luque, la psichiatra Agustina Cosachov e altri sei operatori sanitari a dover affrontare un processo con l’accusa di “omicidio premeditato semplice”, come richiesto dai pm e giudici investiti del caso l’anno scorso. Anche il coordinatore infermieristico Mariano Perroni, gli infermieri Ricardo Almiron e Gisella Madrid, lo psicologo Carlos Diaz, il coordinatore medico Nancy Forlini e l’operatore clinico Pedro Pablo Di Spagna saranno sul banco degli imputati per il processo, che dovrebbe iniziare nel 2024. Tutti gli imputati rischiano tra gli otto e i 25 anni di carcere se giudicati colpevoli. Gli avvocati della difesa avevano chiesto un’accusa più leggera in appello, “omicidio colposo” (con una pena minore da uno a cinque anni di reclusione), ma i giudici Carlos Fabian Blanco, Gustavo Adrian Herbel ed Ernesto Garcia Maanon hanno confermato il capo di imputazione ipotizzato dai pubblici ministeri.

PUBBLICITA

Gli avvocati della difesa possono ancora appellarsi alla Corte di cassazione della provincia di Buenos Aires. Nessuna data è stata fissata per il processo agli otto imputati per la morte di Maradona, che secondo i pm sarebbe stata causata dalle “omissioni” delle sue badanti che lo hanno abbandonato “al suo destino” durante il ricovero domiciliare. Maradona, il più grande e famoso calciatore argentino di tutti i tempi, è morto all’età di 60 anni il 25 novembre 2020, mentre si stava riprendendo da un intervento chirurgico al cervello per un coagulo di sangue. El Pibe de Oro – che per decenni aveva lottato contro la dipendenza da cocaina e alcol – è stato trovato morto a letto due settimane dopo l’operazione, in una casa in affitto in un quartiere privato di San Andres, dove era stato portato dopo essere stato dimesso dall’ospedale. In seguito si scoprì che era morto per un attacco di cuore. Un gruppo di 20 esperti medici convocato dal pubblico ministero argentino ha concluso nel 2021 che la terapia di Maradona era stata contraddistinta da “carenze e irregolarità”. Ha detto che il calciatore “avrebbe avuto maggiori possibilità di sopravvivenza” con cure adeguate in una struttura medica adeguata.


CLICCA QUI PER VEDERE ALTRI VIDEO

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE