Napoletano scomparso in Messico, ricerche in aree controllate da narcos

Le ricerche di Leonardo Franco, l'italiano scomparso in Messico...

Morte di Julia Ituma: indagini su tabulati telefonici 

SULLO STESSO ARGOMENTO

Secondo i media turchi, in particolare i due maggiori quotidiani nazionali on line – Hurryet e Milliyet, le indagini sulla morte di Julia Ituma, condotte dal Procuratore capo dell’Anatolia, si starebbero concentrando sull’analisi dei tabulati del telefono cellulare delle giocatrice, che e’ stato sequestrato.

PUBBLICITA

Come si vede bene nel video ripreso dalle telecamere di sorveglianza e diffuso dalle principali testate on line turche, Julia, prima di rientrare nella camera al sesto piano dell’hotel dove alloggiava con la squadra, ha parlato a lungo al telefono.
La sua morte è una tragedia scuote la pallavolo e tutto lo sport italiano. Julia Ituma, 18enne promessa del volley azzurro, e’ morta nella notte a Istanbul dopo essere precipitata dalla finestra della stanza al sesto piano dell’hotel in cui alloggiava con la sua squadra, l’Igor Gorgonzola di Novara.

Un dramma consumatosi poche ore dopo la sconfitta per 3-0 in una semifinale di Champions contro l’Eczacibasi che era costata l’eliminazione alla sua squadra. I media turchi hanno ipotizzato che si possa essere trattato di un suicidio. Un video delle telecamere interne mostra la giovane atleta milanese che nella notte lascia la sua stanza del Volley Hotel, nel quartiere residenziale di Uskudar sul lato asiatico della citta’ turca, per parlare al telefono in corridoio.

Poi chiude la chiamata, cammina lungo il corridoio e si siede a terra con la testa fra le ginocchia e la schiena appoggiata al muro, finche’ non torna in stanza. Poco dopo, alle 4 del mattino, il volo dal sesto piano in cui ha travolto le tende da sole esterne Il corpo di Julia, che avrebbe compiuto 19 anni a ottobre, e’ stato ritrovato solo all’alba intorno alle 5,30: nessuno si era accorto di nulla, neppure la compagna di stanza, la spagnola Varela Gomez, che e’ stata svegliata dalla polizia.

La squadra e’ rientrata in Italia nel pomeriggio con un volo su Malpensa mentre il direttore sportivo e’ rimasto in Turchia anche per assistere i genitori di Julia. Il club ha espresso “profondo dolore e commozione” avvertendo che manterra’ “un rispettoso silenzio sulla vicenda in attesa dell’esito delle indagini”.

Julia Ituma era una grande promessa del volley che in molti indicavano come la ‘nuova Paola Egonu’. Anche se il ruolo era inizialmente diverso, Julia era partita come schiacciatrice prima di diventata anche lei opposta, si somigliavano per i mezzi atletici, per l’altezza sopra il metro e 90 e per la capacita’ di saltare fino a tre metri e 35 centimetri, oltre ad avere entrambe genitori nigeriani.

Gia’ a 15 anni era entrata nel giro delle giovanili azzurre. A 16, nel 2020, era stata medaglia d’argento agli Europei con la rappresentativa Under 16. Nel 2021, in Messico, era stata sconfitta con l’Italia Under 18 nella finale dei mondiali contro la Russia e l’anno dopo aveva realizzato 21 punti nella finale vinta con la Serbia all’Europeo Under 19. Nel frattempo aveva continuato gli studi liceali di Scienze applicate.

Nel 2022 era approdata alla Igor Novara dopo tre stagioni al Club Italia, in A2, riuscendo a trovare il suo spazio pur essendo la giocatrice piu’ giovane. Di solito subentrava per far rifiatare la titolare, la turca Ebrar Karakurt: e’ accaduto anche nell’ultima partita, in cui Julia aveva realizzato due punti.

Un accenno all’inquietudine che avrebbe attraversato Julia traspare dal messaggio di un’amica, la schiacciatrice di Chieri, Stella Nervini: “Chi ti conosce davvero sa che anima fragile tu fossi, quanto bisogno d’amore si celasse dietro ai tuoi gesti, alle tue parole forti, alle tue forme di arroganza”, ha scritto. “Spero solo che tu possa trovare quella pace e quella serenita’ che qua non hai trovato”.

Grande commozione nel mondo dello sport: Paola Egonu, che attualmente gioca in Turchia, ha postato su Instagram la foto listata a lutto della Igor Volley. La Federazione Italiana Pallavolo ha disposto un minuto di raccoglimento per tutte le gare partite che si disputeranno nel fine settimana.

Sconvolto il presidente federale Giuseppe Manfredi che ha parlato di “tragedia immensa a cui nessuno di noi era minimamente preparato”: “Piangiamo la scomparsa, non solo di un grande talento, ma soprattutto di una meravigliosa ragazza di 18 anni”.
Il ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi, si e’ detto “addolorato e incredulo”: “Qualsiasi possano essere state le circostanze, non ci riporteranno Julia con la sua solarita’ e il suo sorriso”. “Il dolore non cancella la passione e il sorriso con cui avevi conquistato il mondo della pallavolo”, ha twittato il presidente del Coni, Giovanni Malago’.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE