Caivano, per gli investigatori il 19enne si è suicidato

SULLO STESSO ARGOMENTO

Gli accertamenti della Polizia di Stato hanno confermato che si è tolto la vita il 19enne Fabio Fischietti trovato senza vita ieri in una Fiat Panda, nell’area industriale di Caivano, in provincia di Napoli.

Accanto al cadavere gli agenti del commissariato di Frattamaggiore, giunti in via Viggiano dopo una segnalazione, hanno trovato un’arma, una pistola, con la quale il giovane si è sparato un colpo al torace risultato letale.

In un primo momento si era pensato a qualcosa di diverso perché nell’auto non erano state trovate tracce di sangue.

    La conferma dell’ipotesi di suicidio formulata ieri dagli investigatori è giunta dalle analisi eseguite dalla Scientifica sul corpo del giovane, sull’arma e sulle immagini dei sistemi di videosorveglianza.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Patto camorra”ndrangheta per incassare fondi covid: 15 arresti e 108 indagati

    Sequestrati diamanti e orologi di lusso. I soldi riciclati in Bulgaria.

    Casalnuovo, ‘Una Città Che Scrive’ dedica la nona edizione del Premio Letterario a Giulia Cecchettin

    L'ideatore del premio, Giovanni Nappi, ha sottolineato che questa edizione rappresenta un forte e chiaro messaggio contro la violenza sulle donne. Il bando per il...

    Arrestati due funzionari del porto di Gioia Tauro: facevano entrare la droga dal Sud America

    I Finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un provvedimento che dispone la custodia cautelare in carcere nei confronti di due funzionari...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE