Benevento, droga a minorenni: condannato a sei mesi di carcere

SULLO STESSO ARGOMENTO

Si è tenuto, dinanzi al Gup del Tribunale di Benevento, Dott.ssa Loredana Camerlengo, il processo a carico di Vincenzo Amin Hedhili, imputato per il reato di spaccio aggravato dall’ aggravante della cessione a minorenni, era accusato di numerose contestazioni di spaccio, oltre ad essere stato arrestato nella flagranza dello spaccio di circa 140 grammi di hashih e marijuana.

Il Gup all’esito del giudizio abbreviato, accogliendo le richieste dell’ avvocato Vittorio Fucci e dell’ avvocato Cosimo Servodio, ha condannato Vincenzo Amin Hedhili alla lievissima pena di mesi 6 di reclusione (pena sospesa), assolvendolo dall’aggravante della cessione a minorenni e riqualificando i fatti contestati, ritenendoli di lieve entità ai sensi del comma 5 dell’art. 73 della Legge sugli stupefacenti.

Il Pm, invece, aveva chiesto la condanna a 4 anni di reclusione. Come si ricorderà l’ imputato era stato tratto in arresto nella flagranza dello spaccio di 140 grammi di hashih e marijuana, a seguito di accurate indagini dei Carbinieri di Montesarchio, che avevano raccolto anche numerose dichiarazioni accusatorie di acquirenti, tra cui diversi minorenni, in relazione a diversi episodi di spaccio. Amin Hedhili conta, nonostante la giovane età, diversi precedenti in materia di droga, che ha portato negli ultimi anni a circa 3 arresti.

    Secondo le ricostruzioni delle tesi accusatorie dei processi in cui è coinvolto, è considerato uno degli elementi principali dello spaccio della droga in Valle Caudina. Nella precedente udienza, previa sospensione del processo, l’Amin Hedhili fu scarcerato su accoglimento dell’istanza degli avvocati Vittorio Fucci e Cosimo Servodio. Il risultato è di importante rilevanza visto che Vincenzo Amin Hedhili, poco prima dell’ arresto ad ottobre scorso, era stato condannato a 10 mesi e 20 giorni di reclusione per la detenzione di soli 32 grammi di hashih, per questa vicenda fu difeso da altro avvocato.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Centro antiviolenza a Sant’Antimo intitolato a Giulia Tramontano:

    Sant'Antimo. È stato inaugurato oggi, presso la sede del Comune di Sant'Antimo, il nuovo Centro antiviolenza intitolato a Giulia e Thiago Tramontano. Il centro, dedicato alla memoria della giovane donna uccisa lo scorso maggio dal suo fidanzato insieme al bambino che portava in grembo, offrirà ascolto e supporto a tutte...

    Terremoto a Pozzuoli, gli psicologi: “E’ una dura prova. Gente preoccupata, ma non c’è panico”

    Un forte boato, una scossa intensa, e la sensazione del suolo che si alza sotto i piedi. È così che Armando Cozzuto, presidente dell'Ordine degli Psicologi della Campania, descrive l'esperienza vissuta dai residenti dei Campi Flegrei durante gli ultimi eventi sismici. "Il terremoto è la metafora dell'instabilità", ha spiegato...

    CRONACA NAPOLI