Acerra, caccia ai due finti finanzieri sfuggiti alla folla dopo il colpo mancato

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ caccia ai due finti finanzieri sfuggiti ieri alla furia della folla e alle manette dei carabinieri mentre ai due complici non è andata decisamente meglio visto che prima di fini9re in carcere sono dovuti ricorrere alle cure dei medici per le ferite riportate.

Avevano tentato il colpo in casa di un giovane imprenditore del settore rifiuti di Acerra. Dei due arrestati,Giuseppe Beneventano e Luigi Mancinelli, entrambi di Napoli e rispettivamente di 37 e 45 anni, il più giovane dei due era appena uscito dal carcere, come faceva ogni mattina, per andare a lavorare in quanto sottoposto dalla magistratura al regime di semilibertà.

Sono le 7 del mattino e 4 persone irrompono nell’abitazione di un 35enne. La rapina – in presenza dell’uomo e della sua famiglia (moglie e bambini) – è rapida. Gli uomini indossano delle casacche della guardia di finanza e simulano una perquisizione.

    Il padrone di casa viene legato ai polsi ma riesce a liberarsi. Nasce una colluttazione e la vittima li insegue. Nel frattempo arriva la segnalazione al 112 partita dalla moglie della vittima. Bastano pochi minuti ai carabinieri per raggiungere il posto mentre l’imprenditore sta inseguendo i rapinatori. I militari con non poche difficoltà riescono a bloccare i due arrestati. Gli altri sono fuggiti portando via ciò che potevano.

    Bloccati i 2, parte il sopralluogo dei militari che trovano nelle vicinanze dell’abitazione una Fiat Panda. Al suo interno rinvenuti e sequestrati 1 lampeggiante di colore blu in uso alle forze dell’ordine, 1 mascherina chirurgica di colore nero con stemma della GDF, 1 paio di manette in plastica di colore argento, 2 cappellini con visiera recanti lo stemma della GDF, una scacciacani, 1 pettorina di colore blu con scritta “Guardia di Finanza” e 2 targhe per auto adesive incollate su quelle originali.

    Trovata anche l’intera refurtiva appena rubata e restituita al legittimo proprietario.
    A causa della colluttazione vittima e rapinatori sono stati trasferiti in ospedale.
    L’imprenditore ne avrà per 10 giorni mentre uno dei due arrestati è stato dimesso con 7 giorni di prognosi. Ora è caccia ai due complici.

     



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Oroscopo di oggi 20 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 20 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete: oggi potresti sentirti particolarmente energico e determinato. Approfitta di questa carica...

    Controlli nei negozi di Piazza Garibaldi e rione Vasto: multe e sequestri

    Nella giornata di ieri, le forze dell'ordine hanno condotto un'operazione straordinaria di controllo del territorio nella zona compresa tra la Stazione Centrale e Porta...

    Messaggi in rete: “Borrelli è grave”, ma è una Fake news. Il deputato: “Sto benissimo”

    La diffusione di un messaggio vocale da una chat all'altra nel pomeriggio di oggi ha generato preoccupazione. Una voce maschile annunciava che il deputato napoletano...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE