Maxi rissa a Posillipo: 4 misure cautelari

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Napoli su richiesta della Procura, è stata eseguita ieri dalla Polizia di Stato nei confronti di quattro persone, due delle quali, Antonio Cozzolino 21enne e Luigi Esposito 24enne, posti agli arresti domiciliari, e altri due, Gaetano Galiero 30enne e Giovanni Matarazzo 23enne, sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Tutti sono gravemente indiziati del reato di rissa aggravata in relazione a quanto avvenuto nella notte del 10 settembre 2022 in via Petrarca a Napoli, quando gli stessi, secondo quanto ricostruito dalle indagini dei poliziotti del Commissariato Posillipo e della Squadra mobile di Napoli.

Lite nata per futili motivi, trasformata in una violenta rissa, nel corso della quale colpirono con calci e pugni un giovane per poi scappare in sella di moto e scooter.

    All’atto dell’esecuzione dell’ordinanza nell’abitazione di Giovanni Matarazzo, la madre di quest’ultimo, Anna Criscuolo 48 anni, si è disfatta, lanciandola da una finestra, di una busta di cellophane contenente tre involucri di cocaina per un peso di 78,53 grammi. La donna è stata arrestata e portata nel carcere femminile di Pozzuoli.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Salerno, bancarotta fraudolenta: misura cautelare per imprenditore e commercialista

    Salerno. Divieto di esercitare l'attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive: misura cautelare personale per due soggetti. Nel contesto di un'ordinanza applicativa di misura cautelare personale,...

    Marigliano, rifiuti abusivi scoperti in un’area agricola

    È stato scoperto un deposito di rifiuti abusivo in un locale appartenente a una società locale, situato in un'area agricola senza concessione e in...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE