🔴 ULTIME NOTIZIE :

Il killer della ‘ndrangheta aveva i documenti del fratello. I video della cattura

Era da solo davanti alla stazione e aspettava un taxi il killer della 'ndrangheta evaso da Milano nei giorni scorsi e catturato a Sant'Anastasia. Aveva il documento del fratello che gli somiglia.Attività tecniche e web patrolling hanno portato alla cattura dell’uomo. Sono in corso indagini per accertare da dove provenisse...

Spingono 15enne sotto treno per rubargli la felpa, due fermi per tentato omicidio

Sono stati sottoposti a fermo con le accuse di tentato omicidio e tentata rapina i […]

    Sono stati sottoposti a fermo con le accuse di tentato omicidio e tentata rapina i due ragazzi minorenni che ieri pomeriggio avrebbero spinto un quindicenne contro un treno in transito all stazione di Seregno (Monza Brianza) nel tentativo di rubargli la felpa.

    Il quindicenne non e’ rimasto ferito in modo grave. I giovani erano stati portati in serata in questura dove sono stati sentiti anche dal pm della procura dei minorenni. All’alba sulla base del provvedimento eseguito dalla Squadra mobile e dalla Polfer sono stati accompagnati al Cpa di Torino. I due giovanissimi erano stati rintracciati e portati negli uffici di polizia ieri sera.

    A quanto emerso, il minore stava aspettando il treno quando è stato aggredito e ai quali ha rifiutato di dare la sua felpa, mentre era in compagnia di un amico. Il 15enne aggredito da un gruppo di coetanei ha urtato con lo zainetto contro il treno in movimento, per poi venire trascinato dal convoglio e risucchiato dal vortice di aria e cadere.

    Miracolosamente non è finito sotto il treno. Poco prima, mentre era con un amico, un gruppetto di coetanei lo ha accerchiato e ha preteso la sua felpa di marca. Lui ha rifiutato ed allora è scattata l’aggressione.

    Il ragazzino stava rientrando a casa con un suo amico, dopo essere andato a scuola. I due, una volta arrivati sulla banchina della stazione davanti ai binari, sono stati accerchiati da un gruppo di coetanei, che prima li hanno minacciati e poi aggrediti. “Toglietela e dammela” hanno detto al 15enne riferendosi alla felpa.

    Lui ha opposto resistenza e il rifiuto non è piaciuto ai giovani bulli. Così sono iniziati gli insulti fino a quando uno di loro si è scagliato sull’adolescente e lo ha spinto violentemente, facendogli fare un balzo indietro di quasi un metro, fino a farlo a finire contro un treno in movimento.

    Il convoglio non è riuscito ad arrestare immediatamente la corsa e così il ragazzo è stato agganciato, forse per lo zaino o i vestiti, e trascinato per qualche metro, fin quando il vortice d’aria che si sprigiona da sotto il convoglio lo ha risucchiato. Solo allora il conducente del treno è riuscito a frenare, pensando al peggio.

     

    google news

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche

    Camorra, condanne ridotte alle donne del clan Sibillo

    Condanne ridotte nel processo per le donne e alcuni degli affiliati del clan Sibillo di Forcella. Una sola assoluzione e numerose condanne al ribasso nel...

    Manovra stipendi Juve, il CdS: “Saranno chiesti altri 20 punti di penalizzazione”

    Non solo i 15 punti di penalizzazione per il caso plusvalenze: l'inchiesta legata alla manovra stipendi potrebbe portare presto a un nuovo tonfo in...

    Napoli, i percettori del reddito di cittadinanza a Secondigliano diventano “portieri di quartiere”

    Secondigliano è il primo quartiere di NAPOLI con un servizio di portierato pubblico e gratuito che consentirà ad alcuni percettori del reddito di cittadinanza...

    A Palazzo Donn’Anna ‘Tra architettura e politica’, il ricordo di Eirene Sbriziolo

    Sabato 4 febbraio, ore 17.30 | Napoli, Fondazione culturale Ezio De Felice. Dieci anni fa ci lasciava Eirene Sbriziolo. Intellettuale di spicco e politica impegnata...