A Scampia shop della droga in Via Ghisleri: arrestato pusher 23enne

SULLO STESSO ARGOMENTO

A Scampia shop della droga in Via Ghisleri: arrestato pusher 23enne. Scoperto un market della droga in via Ghisleri dove si vendeva cocaina, eroina e cobret

I carabinieri del nucleo operativo di Napoli Stella hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio Emanuele Carbone, 23enne di Scampia già noto alle forze dell’ordine.

Era in via Ghisleri insieme ad un complice poi sfuggito al blitz. La perquisizione effettuata dai militari ha permesso di sequestrare 23 “palline” di cocaina, 32 dosi di eroina, 14 di crack e 32 di cobret. Un variegato campionario di stupefacenti finito nella rete dei carabinieri e costato al 23enne le manette. Carbone è ora in carcere, è caccia al complice.

    Altra Operazione antidroga è stata portata a compimento dai carabinieri a Ischia.

    Siamo nel porto di Ischia e i carabinieri della locale aliquota operativa monitorano gli sbarchi. Sanno che molti stupefacenti arrivano dalla terraferma, confondendosi nelle tasche, negli zaini e nelle borse di insospettabili viaggiatori. Questa volta nelle maglie dei controlli è finita una donna del 97. Chiara Corbino, ischitana di ritorno sull’isola con un traghetto proveniente dal capoluogo partenopeo.

    Addosso un ovulo contenente 21 grammi di eroina del tipo “Brown sugar”. Non un carico per uso e consumo personale ma una quantità sufficiente per confezionare e smerciare oltre 20 dosi.

    La donna è stata arrestata per detenzione di droga a fini di spaccio poi sottoposta ai domiciliari. E’ in attesa di giudizio.

     



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE