google news

Giugliano, favoreggiamento e intralcio alla giustizia: un indagato

Nelle villette affittate a giovani donne, l'uomo aveva installato telecamere per controllare eventuali arrivi di forze dell'ordine.

    Giugliano, favoreggiamento e intralcio alla giustizia: un indagato
    Nelle villette affittate a giovani donne, l’uomo aveva installato telecamere per controllare eventuali arrivi di forze dell’ordine.

    Ora è accusato di favoreggiamento della prostituzione e di intralcio alla giustizia perché aveva avvicinato una delle affittuarie, ascoltata in sede d’incidente probatorio, minacciandola per farle modificare le dichiarazioni. L’uomo è stato raggiunto da un’ordinanza di applicazione di misura coercitiva eseguita dai carabinieri della stazione di Varcaturo, a Giugliano  ed emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Napoli Nord su richiesta della procura.

    L’indagine è partita a seguito di una serie di controlli, svolti ad aprile, mirati al contrasto del fenomeno della prostituzione. In particolare, i militari hanno individuato e controllato tre villette di proprietà dell’indagato, con le tre affittuarie che ammettevano di svolgere attività di meretricio.

    Riferivano anche che il proprietario era a conoscenza dell’attività e che si prodigava per evitare controlli delle forze dell’ordine. L’indagato aveva recintato le abitazioni con reti oscuranti e cancelli in ferro, installando anche delle telecamere che riprendevano le aree comuni d’ingresso e di uscita.

     

     

    google news

    ULTIME NOTIZIE

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    CRONACHE TV