Avellino, rifiuta di mettere la mascherina e dà un pugno ad autista Air

SULLO STESSO ARGOMENTO

Aggressione ai danni di un autista di Air Campania, azienda regionale di trasporto pubblico locale. E’ accaduto nella serata di ieri ad AVELLINO. L’autista, che aveva invitato un passeggero ad indossare la mascherina obbligatoria fino al 30 settembre, è stato colpito da un pugno. Sul posto è intervenuta la Polizia ma l’aggressore, un extracomunitario, si era già dato alla fuga.

L’autista è stato trasportato al pronto soccorso di AVELLINO per le cure del caso e dimesso in nottata. Per lui 6 giorni di prognosi a causa di una contusione alla mandibola e un taglio al labbro superiore interno. “Dall’inizio del 2022 – ricorda l’azienda Air – è la quinta aggressione che si registra ai danni degli autisti di Air Campania. Due i casi in provincia di Caserta, tre gli episodi verificatisi ad AVELLINO centro.

L’ultimo lo scorso maggio, quando un giovane, richiamato perché si era acceso una sigaretta sul bus, ha aggredito brutalmente con schiaffi e calci l’operatore”. L’azienda regionale procederà in queste ore a sporgere denuncia contro ignoti per interruzione di pubblico servizio e aggressione ad incaricato di pubblico servizio.



    “Quella di ieri è l’ennesima barbara violenza da parte di un delinquente ai danni di un nostro autista. La situazione è diventata intollerabile”, dichiara l’amministratore di Air Campania, Anthony Acconcia. “Esprimo vicinanza e solidarietà al nostro dipendente e all’intera categoria, che oggi sciopera per chiedere al legislatore misure specifiche contro le aggressioni. Da parte mia massima disponibilità a partecipare ai tavoli istituzionali per trovare una soluzione condivisa per la tutela del personale”, conclude Acconcia.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE