Ennesima aggressione ad un autista, Air Campania spegne i motori per 5 minuti

SULLO STESSO ARGOMENTO

Motori spenti per cinque minuti. È l’iniziativa di Air Campania, su impulso dell’Amministratore Anthony Acconcia, per chiedere maggiore attenzione rispetto al tema delle continue aggressioni di cui è vittima il personale front line dell’azienda regionale di trasporto pubblico locale.

In queste ore la società ha anche già avviato i contatti con le Organizzazioni Sindacali per definire i dettagli della manifestazione che la settimana prossima vedrà l’intera flotta fermarsi per 5 minuti.

La decisione dopo l’ultima aggressione ad un operatore registrata nella serata di ieri nel napoletano, la sesta dall’inizio dell’anno.



    I fatti si sono verificati a Melito di Napoli. L’autista era in servizio sulla linea Teverola-Aversa-Napoli. Come ha denunciato ai Carabinieri, il sorpasso maldestro da parte di un’auto lo ha costretto ad una brusca frenata e per richiamare l’attenzione dell’automobilista lo ha lampeggiato. Segnalazione che, a quanto pare, non è stata gradita.

    L’uomo è sceso dalla vettura e dopo averlo aggredito verbalmente, armato di un arnese di metallo ha sferrato un colpo nel finestrino dell’autista, mandando in frantumi il vetro. Poi è ritornato a bordo della sua auto e si è dileguato. L’operatore ha fatto ricorso alle cure mediche. L’azienda regionale ha manifestato vicinanza e solidarietà all’autista.

    «Ora basta. Servono misure concrete. Gli episodi si ripetono quasi quotidianamente. Noi faremo la nostra parte aumentando i controlli. Ma per scoraggiare questi delinquenti e mettere un freno alle continue aggressioni ai nostri dipendenti, è necessario un maggiore impiego delle Forze dell’Ordine a supporto del personale del TPL sia presso i principali terminal sia in quei territori dove questi fenomeni si registrano con maggiore frequenza.

    È diventata una questione di ordine pubblico e di sicurezza, per questo nei prossimi giorni chiederemo anche un incontro con i Prefetti», ha dichiarato l’Amministratore Unico di Air Campania, Anthony Acconcia.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Osimhen e Kvara show, il Napoli si ritrova ‘formato scudetto’ e ne fa 6 al Sassuolo

    E' un Napoli formato scudetto quello visto al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Nel recupero della 21esima di Serie A contro il Sassuolo gli azzurri vanno prima sotto, poi si scatenano e calano una clamorosa 'manita' per tornare alla vittoria dopo quasi un mese. Il tutto nel segno di Victor Osimhen, autore di una tripletta. Calzona sceglie il consueto modulo 4-3-3. In porta Meret, davanti a lui Di Lorenzo, Rrahmani, Ostigard (preferito a Juan Jesus)...

    Soppressione di tre passaggi a livello nel comune di Terzigno: accordo con Eav

    Eav, l'azienda del trasporto pubblico della Regione Campania, e il sindaco di Terzigno (Napoli), Francesco Ranieri, hanno recentemente firmato un protocollo d'intesa mirato alla soppressione di tre passaggi a livello lungo la linea ferroviaria Napoli-Ottaviano-Sarno. Questi attraversamenti, situati tutti nel comune di Terzigno, sono identificati come Pl Miranda I (km 26+676), Pl via Giugliano (km 26+748) e Pl via Ranieri (km 27+007). In seguito a tali chiusure, Eav ha assunto l'impegno di realizzare una serie...

    La Polizia di Stato ha chiuso una discoteca ad Agnano per 15 giorni

    Una discoteca ad Agnano è stata chiusa dalla Polizia di Stato per 15 giorni su disposizione del Questore di Napoli. La sospensione dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande e di pubblico spettacolo è stata decisa a seguito di vari incidenti verificatisi all'interno del locale. Un giovane è stato ferito da un'arma da fuoco durante una lite avvenuta nella struttura, e si sono verificati diversi episodi di furto aggravato. Inoltre, durante un controllo effettuato dagli agenti...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE