Ischia, il questore chiude Valentino per 30 giorni

Il Questore di Napoli, su proposta del Commissariato di Ischia, ha disposto la sospensione per 30 giorni delle attività di intrattenimenti danzanti e spettacoli di arte varia nonché di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande nei confronti del locale Valentino di corso Vittoria Colonna ad Ischia. In particolare, la notte dello scorso 3 luglio, […]

google news

Il Questore di Napoli, su proposta del Commissariato di Ischia, ha disposto la sospensione per 30 giorni delle attività di intrattenimenti danzanti e spettacoli di arte varia nonché di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande nei confronti del locale Valentino di corso Vittoria Colonna ad Ischia.

In particolare, la notte dello scorso 3 luglio, i poliziotti erano intervenuti presso l’attività commerciale per la segnalazione di una persona riversa in strada priva di sensi e con una ferita alla testa; gli operatori, giunti sul posto, dopo aver chiesto l’intervento del 118 per soccorrere il ferito, avevano accertato che lo stesso era stato aggredito e buttato fuori dalla discoteca da alcuni addetti alla sicurezza.

Inoltre, gli agenti avevano sanzionato 5 “buttafuori” poiché esercitavano l’attività di addetti ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in esercizi pubblici non essendo iscritti nell’apposito elenco prefettizio.
Ancora, tra agosto del 2018 e aprile del 2022, sia all’interno che all’esterno del locale, sono stati registrati diversi episodi di liti, risse e aggressioni, mentre nel 2020 il titolare era stato più volte sanzionato per inosservanza dell’ordinanza regionale e dell’ordinanza del Ministero della Salute per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Infine, l’esercizio commerciale era stato già colpito da analoghi provvedimenti di chiusura tra il 1996 e 2006. Il provvedimento è dunque finalizzato a scongiurare un concreto pericolo per l’ordine pubblico e per la sicurezza dei cittadini.

“Faremo certamente ricorso al Tar – ha fatto sapere il titolare del noto locale, Marcello Bondavalli – contro un provvedimento iniquo che arriva dopo due anni di stop per il covid e per un episodio (una presunta rissa tra un cliente e dei buttafuori) su cui l’autorità sta ancora indagando. Dopo 45 anni di attività pensiamo seriamente di non riaprire”.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Avellino, maltrattamenti sulla moglie, 48enne allontanato da casa

La decisione del gip di Avellino dopo la denuncia della donna

Marcianise, consiglieri si dimettono: Velardi sfiduciato per la seconda volta

Antonello Velardi su facebook: "Ho provato a dare un contributo per la crescita della mia città, non me l'hanno fatto fare"

In Campania, scatta allerta meteo arancione

 A causa del peggioramento del tempo la protezione civile della Campania ha diramato un nuovo avviso di allerta meteo

Studente picchia la compagna di classe. Il video virale sul web

Studenti si prendono a botte in classe: lui la spinge per terra e la prende a schiaffi: E' accaduto ad Aversa

IN PRIMO PIANO

Pubblicita