Napoli, chiuso ristorante etnico: pessime condizioni igieniche

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. E’ stato chiuso per pessime condizioni igienico sanitarie un ristorante nel cuore del centro storico di Napoli. Lo stop alle attivita’ e’ scattato dopo le verifiche della Polizia locale, Unita’ Operativa Avvocata, sull’idoneita’ dei prodotti alimentari e delle materie prime utilizzate per la preparazione delle pietanze, nonche’ sul corretto rispetto della disciplina del settore alimentare al fine di prevenire possibili situazioni di intossicazioni alimentari.

Sono stati rilevati locali e attrezzature in pessime condizioni igienico sanitarie, dove sporcizia, grasso e cattivo odore erano ovunque. Gli agenti hanno contestato quindi al titolare, un cittadino pakistano, sanzioni per oltre 8000 euro rilevando, oltre all’evidente mancata pulizia del ristorante, la non conformita’ delle autorizzazioni amministrative, la non corretta gestione dei rifiuti prodotti, l’assenza delle autorizzazioni relative alle installazioni pubblicitarie esterne.

Gli agenti della Polizia Locale hanno richiesto, inoltre, l’intervento del personale dell’Asl del servizio Sian Prevenzione Collettiva che, confermando la situazione di estremo degrado, hanno disposto l’immediata sospensione dell’attivita’ per “Grave Rischio di Contaminazione Crociata”, ovvero il pericolo che gli agenti patogeni o sostanze pericolose passino da un cibo o una superficie all’altro.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Angri, ladri al ristorante con ragazzi autistici, Gemma: “Atto vile verso i più deboli”

"Un attacco vile ha colpito il ristorante solidale Raù di Angri, in provincia di Salerno. Sono vicina ai fondatori del laboratorio che si occupa...

Minaccia di gettarsi nel vuoto per evitare l’arresto a Sant’Angelo dei Lombardi

Una mattinata movimentata a Sant'Angelo dei Lombardi, in provincia di Avellino, si è conclusa fortunatamente senza conseguenze, quando un uomo di 63 anni ha...

“Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

"Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE