Militare americano della Base Nato di Gricignano d’Aversa aveva anabolizzanti, amminoacidi, anfetamine e funghetti...

SULLO STESSO ARGOMENTO

È il risultato del blitz degli uomini della Squadra Mobile di Caserta che alle prime luci dell’alba di sabato scorso hanno fatto irruzione a Gricignano d’Aversa presso l’alloggio di via Galileo Galilei in prossimità della base Nato occupato da un militare statunitense 41enne in servizio presso la Base Nato dove hanno scovato in camera da letto e nella cassaforte oltre 100 confezioni di anabolizzanti ed anfetamine.

Nella vettura dell’uomo i poliziotti, coadiuvati dal personale in servizio presso la Base Nato, hanno rinvenuto 5 funghetti allucinogeni. La perquisizione si è estesa presso l’ufficio del militare statunitense all”interno dell’aeroporto di Capodichino dove gli agenti hanno rinvenuto materiale di ugual contenuto.

Il militare statunitense destinatario del decreto di sequestro a firma del Sostituto Procuratore Rossella Maria Colella del Tribunale di Napoli Nord è stato poi deferito dai poliziotti per traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti e psicotrope, utilizzo e somministrazione di farmaci o di altre sostanze al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti, ricettazione. Il 41enne, di rientro da qualche giorno da una missione in Spagna, separato con 3 bambini



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Napoli-Barcellona, corse extra metropolitana dopo la partita

Dopo la partita di calcio Napoli-Barcellona, sono previste corse straordinarie della Linea 2 della metropolitana. Il match di andata degli ottavi di finale di Champions...

Sant’Anastasia, la giostrina incendiata da tre bambini di 11, 8 e 3 anni: denunciata la mamma

Sembra incredibile eppure è così: ad incendiare la giostrina nel parco comunale di Sant'Anastasia sono stati tre bambini di 11, 8 e 3 anni. Utilizzando...

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE