HomeAttualitàItaliaAttacco hacker, pubblicati nel Dark Web i dati rubati al Comune di...

Attacco hacker, pubblicati nel Dark Web i dati rubati al Comune di Palermo

Dopo il ritorno online del sito dell'amministrazione, Vice Society la gang autrice dell'offensiva ha rilasciato nel dark web una prima parte contenente molti dati sensibili
google news
Attacco Hacker
Il messaggio di ViceSociety che annuncia la pubblicazione dei dati

Dopo l’attacco hacker al Comune di Palermo che nei giorni scorsi ha causato molti problemi, è di oggi la notizia che i dati rubati sono stati pubblicati nel Dark Web.
A scriverlo è PalermoToday.it  , il gruppo di Vice Society, la gang di hacker autrice dell’attacco al sistema dell’amministrazione che aveva lanciato un countdown nei giorni scorsi, ha pubblicato nel dark web decine e decine di file contenenti dati sensibili.

Questi file sono solo “un’assaggio” di quello che il gruppo dichiara di avere un possesso : “E’ stata pubblicata la prima parte delle informazioni gentilmente condivise con voi dai rappresentanti di questa società. Ce ne saranno altre domani” annunciando dunque il rilascio di altre informazioni.

Attacco Hacker
La prima parte dei dati del Comune di Palermo pubblicati nel dark Web dalla Vice Society

Quali dati sono stati rubati e pubblicati online

Si tratta di materiale in parte già reso pubblico dall’amministrazione come atti e avvisi pubblici , ma rimangono tanti altri dati che non dovrebbero essere pubblici. I dati vanno dalle relazioni su riscossioni di imposte e tasse, lavorazioni degli stipendi, accrediti al servizio di tesoreria del Comune di multe pagate dai cittadini con nomi e cognomi, ingiunzioni di pagamento con i riferimenti anagrafici dei coinvolti, documenti d’identità di dipendenti Sispi, elenchi del personale coi numeri di telefono segnati accanto. E ancora  note interne del comando della polizia municipale, verbali su riunioni di servizio, schede di valutazione di ausiliari dell’Amat. L’elenco dei dati rubati e pubblicati è veramente lungo , ci sono anche delle lettere private.

Intervistato da PalermoToday l’esperto di cybersecurity e intelligence Pierluigi Paganini spiega che  “Purtroppo quello che sospettavamo è accaduto, ci troviamo infatti dinanzi ad una violazione di dati che potrebbe avere serie ripercussioni sui cittadini .I dati pubblicati ad ora sono solo una piccola porzione di quanto il gruppo Vice Society sostiene di aver rubato, altri documenti verranno rilasciati online nelle prossime ore.

Ad ora non sono state divulgate intere basi di dati gestite da infrastrutture comunali, come le anagrafiche dei cittadini”. E già su Twitter c’è chi ha pubblicato alcuni screenshot (si veda l’immagine sopra) coi nomi dei file sottratti dalla rete di Palazzo delle Aquile. “I rischi associati alla divulgazione di questi dati – continua Paganini – sono molteplici, dal furto d’identità alle frodi finanziarie. Consideriamo inoltre che questi dati verranno passati al setaccio fa parte di gruppi criminali specializzati nella vendita di pacchetti di informazioni relative ad individui ed organizzazioni, dati che sono rivenduti poi ad altri criminali informatici che li usano per condurre attacchi di vario genere“.

Attacco Hacker
I dati rubati dal Comune di Palermo e pubblicati nel Dark Web da Vice Society

“Avvisare subito i cittadini coinvolti”

A questo punto è essenziale che si faccia luce su quanto accaduto, su come sia stato possibile rubare queste informazioni e soprattutto quali informazioni siano state realmente sottratte. Occorre avvisare tempestivamente le persone i cui dati sono stati trafugati ed offrire loro supporto per evitare che cadano vittima di attacchi informatici. Le indagini dovranno poi verificare che i sistemi colpiti fossero stati progettati per rispondere a requisiti minimi di sicurezza” conclude Paganini.

Redazione Web
Redazione Web
Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news
spot_img

Leggi anche

Camorra&Rifiuti, sequestro beni da 4 milioni di euro ad imprenditore legato al clan Zagaria.

Camorra&Rifiuti: sequestro beni da 4 milioni di euro ad imprenditore legato al clan Zagaria. La Direzione Investigativa Antimafia ha eseguito un decreto di sequestro beni,...

Marigliano, scoperta e sequestrata discarica irregolare

Tutelare l’ambiente, il mantra dei Carabinieri Forestali nella campagna di controlli promossi nella provincia napoletana. Questa volta siamo a Marigliano, in un fondo agricolo di...

Camorra, scacco ai clan di Torre Annunziata: 12 arresti

Camorra, scacco ai clan di Torre Annunziata: 12 arresti tra i Gallo Cavalieri e i "nemici" del "Quarto Sistema" Stamattina personale della Squadra Mobile e...

Agnano, preso contrabbandiere: aveva 430 chilogrammi di sigarette

Agnano, esperto contrabbandiere arrestato dai carabinieri. Un reato antico e spesso accostato alla criminalità organizzata del mezzogiorno, parliamo del contrabbando di sigarette. Ad Agnano i...

CRONACHE TV

spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita