Napoli, controlli nella movida di Chiaia: sanzione per un locale

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Carabinieri sanzionano locale durante i controlli alla movida a Chiaia.

Inizia il weekend e con lui i servizi straordinari di controllo del territorio nella movida partenopea disposti dal comando provinciale di Napoli.
A Chiaia i carabinieri della compagnia Napoli centro hanno identificato diversi giovani e controllato le attività commerciali.

Denunciato a piede libero un 32enne napoletano che nonostante fosse sottoposto al divieto di accesso nelle aree urbane (D.A.C.U.R.) è stato sorpreso a via Imbriani nell’attività illecita di parcheggiatore abusivo. A vicoletto Belledonne, invece, una 30enne imprenditrice napoletana è stata sanzionata per non aver rispettato l’ordinanza sindacale che prevede la chiusura dopo le 2.

    All’interno del locale del civico 21 i Carabinieri hanno trovato anche 3 clienti sprovvisti della prevista carta verde base. Anche loro, insieme all’imprenditrice, sono stati sanzionati per non aver rispettato le norme anti-contagio.
    Sanzionati anche diversi giovanissimi perché in giro in sella a scooter senza indossare casco.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Tentata rapina di uno scooter a Napoli, i malviventi incastrati da una cimice e uno scaldacollo

    Francesco Scurti, quasi 21enne, è stato arrestato in relazione alla tentata rapina di uno scooter a Napoli, che ha portato a un tentato omicidio...

    Giugliano, naso rotto ad ausiliario del traffico per una multa

    Una aggressione particolarmente grave ha visto un vigilino subire una frattura al setto nasale per un ticket da 50 centesimi non pagato. Il sindaco...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE