🔴 ULTIME NOTIZIE :

A mia madre di Yvonne De Rosa, presentazione del libro a Napoli

Presentazione del libro venerdì 10 febbraio 2023 – ore 18:00 - al Salotto Letterario Le Zifere (Piazzetta Nilo, 7 - Napoli). Saluti dell’editore Roberto Nicolucci A discuterne con l’autrice Prof. Stefano Causa Critico d’arte e docente di Storia dell’arte moderna e contemporanea presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli Col. a. (ter.)...

Licenziato dopo aver proclamato sciopero, reintegrato

#Licenziato dopo aver proclamato #sciopero, #reintegrato in quanto il verdetto è illegittimo perché discriminatorio 

    Licenziato dopo aver proclamato sciopero, reintegrato in quanto il verdetto è illegittimo perché discriminatorio

    Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (sezione previdenza e lavoro) ha dichiarato illegittimo perche’ discriminatorio il licenziamento da parte dell’Ecologia Falzarano, azienda ambientale sottoposta a procedura fallimentare gestita da un curatore, del delegato del sindacato Uiltrasporti Giovanni Guarino, in servizio presso il cantiere di Capua (Caserta), dove la societa’ ha svolto attivita’ di igiene urbana.

    Il collegio giudicante (presidente Roberto Pellecchia) ha confermato l’ordinanza emessa il 30 dicembre scorso dal giudice Valentina Ricchezza, ribadendo testualmente che “la causa discriminatoria è l’unica posta alla base dell’atto espulsivo e, comunque, l’unica emersa dall’intero giudizio”.

    Il lavoratore aveva presentato ricorso d’urgenza in base all’articolo 700 del codice di procedura civile dopo il licenziamento avvenuto il 16 febbraio 2021; Guarino, sposato con due figli che studiano, lamentava la mancanza di altri redditi e l’esistenza di spese come il canone mensile di locazione.

    Il legale del lavoratore, Bruno Amirante, aveva evidenziato nel ricorso come il licenziamento fosse dipeso dall’attivita’ sindacale di Guarino, che pochi giorni prima di essere cacciato, aveva proclamato uno sciopero per questioni legate agli stipendi; l’azienda gli aveva subito inviato una contestazione disciplinare, addebitandogli anche presunte intimidazioni verso i colleghi, tanto che lo sciopero era stato rinviato a data da destinarsi, poi però è arrivata la lettera di licenziamento.

    Già dopo la prima decisione favorevole di dicembre scorso, Guarino è rientrato in servizio, quindi l’azienda ha fatto reclamo perdendolo; intanto da qualche giorno l’Ecologia Falzarano è stata sostituita a Capua da un’altra società di raccolta rifiuti, e per Guarino c’è stato il passaggio nel nuovo soggetto.

    Sulla vicenda è intervenuta la segretaria provinciale casertana della Uiltrasporti, che parla di “duplice soddisfazione che giunge in un periodo di forte apprensione, a causa della guerra in Ucraina, ma che al tempo stesso concede un momento di gratificazione al nostro coordinatore Provinciale Giovanni Guarino, per la coerenza e la determinazione con cui non ha mai smesso di esercitare l’attività sindacale sia sul cantiere di igiene urbana del Comune di Capua che su tutti i cantieri di igiene urbana presenti nella Provincia di Caserta. Ci auguriamo che l’Ufficio di Curatela della Società Ecologia Falzarano in esercizio provvisorio, in qualità di pubblici ufficiali, si adoperino, in tempi ragionevolmente brevi, affinché vengano restituite al Guarino tutte le retribuzioni non percepite nel periodo del licenziamento”.

    google news

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche

    Pianura, omicidio di Raffaele Pisa: chiesti due ergastoli

    A cinque anni di distanza dall'omicidio di Raffaele Pisa ucciso il 13 dicembre 2016 in via Giorgio De Grassi a Pianura per un semplice...

    Accerchiato e rapinato al rione Conocal: il video virale sui social

    Accerchiato, minacciato e rapinato della sua auto: serata da incubo per un'automobilista al rione Conocal di Ponticelli. Le immagini dell'assalto di 4 banditi armati di...

     Facile.it: Aumento medio bollette luce del 108% nel 2022, gas 57%

    Le famiglie italiane con contratto di fornitura nel mercato tutelato, nel 2022 hanno speso per la sola bolletta elettrica 1.434 euro, vale a dire...

    Condannato per violenze e lesioni, latitante arrestato nell’Avellinese

    Si era reso irreperibile dopo la condanna passata in giudicato per violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate: è stato arrestato nell'Avellinese. Latitante rintracciato...