Juve Napoli rischio rinvio: tante le squadre falcidiate dal virus, le Asl chiedono la massima attenzione






Juve rischio rinvio: la trema di fronte al Covid.

L’ennesimo boom di casi di positività al virus dall’inizio della pandemia ha messo nuovamente in ginocchio i club italiani: più di 50 calciatori sono stati contagiati nelle ultime settimane e la giornata del prossimo 6 gennaio deve ritenersi a rischio rinvio.

Lo rivela La Stampa. Occhi puntati su Juventus-, il big match della prima giornata del girone di ritorno ma anche quello tra le due squadre forse più in allerta del campionato per i casi nei due gruppi squadra. Il Napoli, dopo aver tirato un sospiro di sollievo per le negatività di Insigne e Fabian Ruiz, ha avuto a che fare con le positività invece di Lozano, Osimhen ed Elmas oltre ai casi di Malcuit e Petagna, in isolamento perché entrati in contatto con persone positive.

Altrettanto complicata è la situazione in casa Juve: Arthur, Chiellini e Pinsoglio sono stati contagiati e c’è la massima allerta per un focolaio scoppiato nell’Under 23. Si teme per il coinvolgimento di qualche membro della prima squadra.

Dal Consiglio di Lega odierno non sono emerse particolari ansie per la regolare disputa della giornata del 6 gennaio, motivo per il quale è stata anche confermata la Supercoppa per il 12 di questo mese a San Siro.

Le Asl chiedono però la massima allerta e sono in continuo contatto con i club per aggiornamenti sui positivi e la curva dei contagi non promette nulla di buono. I tamponi dei prossimi giorni saranno decisivi per capire se il rischio di avere partite da rinviare sia da considerare concreto o meno.

@RIPRODUZIONE RISERVATA


In Campania il tasso di positività covid vola al 17,5%

Notizia precedente

Positività covid in Italia al 21,9%

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..