Prato. Fermato uno degli assassini del napoletano ucciso a Carmignano: è caccia al complice che è evaso dai domiciliari per uccidere Gianni Avvisato.

C’è un per l’ di Gianni Avvisato, il 38enne ucciso con un colpo di pistola, ieri pomeriggio, nei pressi della sua abitazione, in via Boccaccio a Comeana, frazione del comune di Carmignano in provincia di Prato.

ADS

Si tratta di un fiorentino 35enne. Il è scattato nella notte. All’uomo sospettato di essere uno dei due i sono risaliti grazie a un testimone che aveva annotato la targa dell’auto con la quale due persone erano state viste fuggire dopo il delitto in strada.

Sono ancora in corso le ricerche del secondo uomo che avrebbe preso parte all’omicidio. Da quanto si apprende, anch’egli fiorentino, che si sarebbe dovuto trovare agli arresti domiciliari per aver accoltellato un agente di polizia. Il 38enne fermato, assistito dagli avvocati Mattia Alfano e Massimo Nistri, avrebbe detto agli inquirenti che non sapeva che il suo complice fosse in possesso di un’arma.

I due presunti assassini hanno precedenti penali, così come la vittima.

LEGGI ANCHE  Oscurati due siti che offrivano in vendita vaccini anti covid

Si cerca poi di ricostruire il movente della lite e del delitto. Sia la vittima che i suoi presunti aggressori erano conosciuti alle forze dell’ordine per vari motivi, legati soprattutto a condotte violente.



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Omicidio Caterino, chiesti 30 anni per il boss Giuseppe Setola

Notizia precedente

Omicidio Laiso a Villa di Briano: arrestato il basista del raid

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..