fa l’en plein alla 36/ma edizione dei Ciak d’oro, premio popolare al cinema italiano votato direttamente dal pubblico. Il SuperCiak va infatti a Toni ; miglior film è ‘Qui rido io’ di Mario Martone; la regia ad Alessandro Gassmann per il film ambientato a Napoli ‘Il silenzio grande’ che ottiene anche miglior attore andato al Massimiliano Gallo di come d’altronde che ha conquistato il Ciak d’oro come miglior attrice per ‘La tristezza ha il sonno leggero’.

Infine Alessandro Grande con ‘Regina’ vince per il miglior film diretto da un’esordiente mentre protagonista dell’anno in una serie tv è Ludovica Martino per il ruolo di Eva nell’adattamento italiano di ‘Skam’ targato Netflix.

ADS

Infine migliore locandina è quella di ‘Tutti per 1 – 1 per tutti’ di Giovanni Veronesi.

Sono stati ben 82.634 i voti arrivati sul sito di Ciak, ciakmagazine.it, mentre i film in gara sono quelli usciti nel periodo dall’1 settembre 2020 al 30 settembre 2021.

Lo speciale con i vincitori votati direttamente dal pubblico andrà in onda domani alle 21. “I Ciak d’oro – ha dichiarato il direttore di Ciak, Flavio Natalia – si confermano un premio con una forza unica nel panorama del cinema. L’ del numero di voti ricevuti, pari quasi a tre volte quelli raccolti lo scorso anno, quando erano stati trentamila, dimostra sia la vitalità della formula sia il fortissimo desiderio di cinema del pubblico italiano“.



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

Napoli, blitz antidroga al rione Pazzigno

Notizia precedente

Covid, positività in Italia sale al 2%

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..