Il mondo del calcio piange la scomparsa di Daniel Leone: l’ex portiere del morto alcune ore fa a soli 28 anni.

L’ex giocatore viveva a con amici e la sua compagna:si è spento dopo una lunga battaglia durata diversi anni. In passato è riuscito anche a incontrare  Acerbi della Lazio, anche lui in passato colpito da un male simile.
Daniel Leone, ex portiere di e Catanzaro, amato da tutti sempre per il suo modo di affrontare le cose col sorriso. Anche in questi 4 anni Daniel non si è lasciato abbattere e ha lottato fino all’ultimo con quel sorriso stampato sul volto, come dimostrano anche le recenti foto su Instagram. Alla fine però dopo un’operazione al cervello e lunghi cicli di chemioterapie, il suo cuore si è fermato.

Già nel 2014 Daniel all’epoca tesserato per la e impegnato nel campionato di Lega Pro, dopo aver accusato per diversi giorni un forte mal di testa, era stato operato agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. La terribile diagnosi? Un tumore frontale destro al cervello. Operato a ottobre, Leone si era curato successivamente a Milano, sottoponendosi a cicli di chemioterapia e tornando anche ad allenarsi con il resto del gruppo nel gennaio successivo.

Il male si era però ripresentato nel 2017 ed era stato lo stesso Daniel, attraverso un post sui propri canali social, a rassicurare tutti i suoi amici con una foto e un commento prima del secondo intervento: “Apriamo la testolina e speriamo di aggiustarla” scriveva ad agosto del 2018 cercando di sdrammatizzare la situazione e condividendo senza paura il suo stato d’animo con le tante persone che gli sono state sempre vicine. Quel racconto social lo ha accompagnato fino agli ultimi giorni.

L’ultimo post su Instagram è del 8 agosto 2021 e lo ritrae sorridente all’interno di un’auto, a Caserta. Quel sorriso che ha portato sempre con se e lo ha caratterizzato lungo tutta la sua battaglia. Erano giorni che le condizioni di Daniel si erano aggravate, ma lui ha voluto che la sua vita terrena terminasse nella memoria liturgica agli Angeli Custodi come a dire a tutti i suoi cari: “ci sarò sempre io a custodirvi”.



Napoli, ambulanza senza assicurazione: multa e sequestro

Notizia precedente

Aversa, ancora sangue nella movida: accoltellati 2 giovanissimi

Notizia Successiva


Commenti

I Commenti sono chiusi


Ti potrebbe interessare..