Calcio Napoli

Spalletti: “Buona partita ma bisogna migliorare, restiamo concentrati”

Il tecnico del Napoli analizza il match con il Cagliari e ammonisce: “Partite ravvicinate dobbiamo rimanere concentrati, panchina fondamentale”. Insigne: “Rimaniamo con i piedi per terra, Spalletti ci fa divertire”



Napoli spalletti




“Napoli imbattuto? In realtà abbiamo già perso, con il Benevento in amichevole. La maglia del Napoli va onorata ogni volta che la indossiamo”. Così Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, commentando a Dazn la vittoria contro il Cagliari e il ritrovato primato in classifica. “C’è potenzialità, stasera abbiamo fatto una buona partita senza andare quasi mai in affanno. Ma dobbiamo migliorare e chiudere le partite come quelle di oggi prima, perchè poi prendi un tiro o un gol e bisogna vedere come si reagisce”, ha aggiunto il tecnico toscano. “Dobbiamo rimanere sul pezzo, essere coscienti di quello che siamo e dove vogliamo andare. Dobbiamo restare concentrati perchè ci sono squadre che devono ancora entrare a regime e possono fare tanti punti come noi ora”, ha avvertito Spalletti.

“Anguissa? E’ un calciatore intelligente, forte e un ragazzo tenerissimo. Il modo in cui è arrivato, come ha fatto subito amicizia, è qualcosa di particolare”, ha detto Spalletti.

Sull’importanza della panchina, il tecnico del Napoli ha ammonito: “Chi non è pronto quando entra dalla panchina, vuol dire che non è pronto a giocare da titolare perchè non è in grado di aiutare la squadra. Ora ci sono 5 sostituzioni e anche in 10 minuti chi entra puo’ far cambiare la partita”. “Ora ci sono talmente tante partite ravvicinate che ci vogliono i giocatori che si sono allenati bene”, ha dichiarato il tecnico.

“Le motivazioni? Io ormai ho 63 anni, sono stato un giocatore scarso e un allenatore scarso ma mi sono sempre fatto il mazzo e così ho vinto contro squadre e allenatori più forti. Quando non vedo questo stesso atteggiamento nelle mie squadre divento una belva”, ha concluso il tecnico azzurro.

“Il miglior modo di festeggiare le 400 partite era vincere e fare gol. Ci siamo riusciti ma ora dobbiamo rimanere con i piedi per terra perchè la strada è molto molto lunga”. Così Lorenzo Insigne, capitano del Napoli, commenta la vittoria contro il Cagliari e il primato in campionato.

“E’ una emozione indescrivibile, me la sto godendo cercando di ripagare la fiducia con le prestazioni e aiutando la squadra ad arrivare ai risultati ogni domenica”, ha aggiunto.

“Spalletti? Il mister cerca sempre di farci divertire e lavorare, ma da capitano dico di stare tranquilli, di lavorare perchè la strada è ancora in salita. Fa ancora male la mancata vittoria con il Verona dello scorso anno che ci è costata la Champions. I tifosi si aspettano tanto da noi e vogliamo ripagare la loro fiducia”, ha dichiarato. Sul paragone con il Napoli di Sarri, Insigne ha detto: “Sono due squadre diverse, noi cerchiamo di esprimere il gioco del mister. Ci sta tirando su e noi dobbiamo solo seguirlo perchè ha grande esperienza avendo allenato grandi squadre e grandi campioni”. Infine sulla maglia numero 10 con il suo nome apparsa per sbaglio sul maxischermo prima della partita. “Io ho il mio numero, la numero 10 è giusto lasciarla stare”, ha concluso.

“Ho tanti amici napoletani che mi hanno raccontato di quando il Napoli ha vinto lo Scudetto. Io ci penso e non è soltanto il mio sogno, ma quello di tutta la gente di Napoli. I conti però si fanno alla fine”. Così Piotr Zielinkski, centrocampista del Napoli, commenta il successo sul Cagliari nel posticipo. “Spalletti è un grande, ci ha dato tanta sicurezza e la sua esperienza che da anni trasmette alle sue squadre. Noi cerchiamo di imporre il gioco che lui ci chiede e speriamo di continuare così”, ha aggiunto.

 Vincenzo Scarpa

Google News

Le pagelle del Napoli: Osimhen da paura, Anguissa domina

Notizia precedente

Oroscopo oggi la giornata segno per segno

Notizia Successiva


Ti potrebbe interessare..