Per la nona edizione del “Ritrovo Ferrari” al raduno di hanno partecipato circa 50 auto del

La Specialisti dell’Aeronautica Militare ha ospitato 25 settembre una fase della nona edizione del “Ritrovo Ferrari”, l’ormai tradizionale raduno casertano di proprietari di autovetture appartenenti alla Scuderia del Cavallino Rampante. L’evento è stato organizzato dalla Scuderia Ferrari club Sparanise su proposta del Gruppo Aziendale Catone.
Al raduno hanno partecipato circa 50 Ferrari, in una combinazione di autovetture moderne e storiche, tutte appartenenti alla casa automobilistica modenese.

LEGGI ANCHE  Scossa di terremoto nel golfo di Pozzuoli
ADS

Il raduno ha avuto avvio con la sfilata delle Ferrari sull’Appia per raggiungere la Specialisti A.M. a Caserta, dove le autovetture sono state ospitate sul piazzale delle bandiere, al cospetto dei velivoli di Forza Armata in mostra statica. Rivedere gli aerei dell’Aeronautica Militare e le “Rosse” della Scuderia Ferrari l’una accanto all’altra, ha, fatto riaffiorare nella mente di alcuni appassionati di motori, la sfida del 2003 presso il 4° Stormo di Grosseto, dove si celebrò la prima apparizione pubblica del velivolo intercettore Eurofighter.



Fabio Testa, 28 anni, laureato in sociologia. Appassionato della cultura napoletana e dei fenomeni della tradizione popolare. Gli piace il cinema d'autore. E' grande tifoso del Napoli

    Luca Morisi, ideatore della campagna social della Lega, indagato per droga

    Notizia precedente

    Trasporto eccezionale blocca la Tangenziale di Napoli, autista multato

    Notizia Successiva

    Ti potrebbe interessare..