Napoli bimbo di 4 anni salvato dall'annegamento

A Napoli bimbo di 4 anni salvato dall’annegamento al mappatella beach

Il personale del 118 del Chiatamone, come segnalato da ‘Nessuno tocchi Ippocrate’ ha salvato un bambino che stava annegando a Mappatella beach venerdì pomeriggio. In pochi minuti dalla segnalazione, gli operatori del pronto soccorso sono intervenuti con le manovre salvavita sul piccolo, riverso esanime sul bagnasciuga senza respirare.

Napoli bimbo di 4 anni salvato dall’annegamento

Napoli bimbo di 4 anni salvato dall'annegamento

“E pensare che questa postazione da agosto non ci sarà più!”, ha commentato sarcastica Manuel Ruggiero, presidente NTI.

PUBBLICITA'

Napoli bimbo di 4 anni salvato dall’annegamento

Come racconta la pagina Nessuno Tocchi Ippocrate “…in una manciata di secondi l’equipaggio è sul posto e trova un bimbo di 4 anni sul bagnasciuga esanime e pallido…… Non respira! Iniziano immediatamente le manovre salvavita che continuano in ambulanza nel tragitto disperato verso il Santobono di Napoli.

Napoli bimbo di 4 anni salvato dall’annegamento

L’autista soccorritore riesce ad essere nel pronto soccorso dopo 7 minuti, un fulmine. Il bambino viene sceso dall’ambulanza con respiro spontaneo e battito, viene trasferito d’urgenza in rianimazione dove viene intubato……la cosa più importante e’ che è vivo!

PUBBLICITA'

Napoli bimbo di 4 anni salvato dall’annegamento

Equipaggio : Medico: Dott. Paolo Muto, Infermiere : Dott. Luigi Colantonio
Autista soccorritore: Fabio Lubrano.
Per scelte aziendali la postazione del 118 ad agosto verrà demedicalizzata, probabilmente se questo bambino fosse affogato un mese dopo non avrebbe avuto l’unica chance che l’equipaggio guidato dal Dott. Muto gli ha magistralmente dato!”

LEGGI ANCHE  Dalla Regione Campania 2 milioni di euro per le Vie del Mare

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Cavallo si tuffa in piscina per il caldo: salvato dai vigili del fuoco

“Gli hanno salvato la vita, un esempio di efficacia e di efficienza dei nostri presidi sanitari e del personale che ogni giorno lavora nei mezzi di soccorso, sempre più spesso vittima di aggressioni e dell’inciviltà umana”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.


Google News


Ti potrebbe interessare..