Sindacalista ucciso: arresti domiciliari camionista Caserta

Alessio Spaziano, che faceva trasporti per una ditta di Castellammare di Stabia, ha ottenuto gli arresti in casa dopo l’interrogatorio davanti al gip

______________________________

Ha ottenuto gli arresti domiciliari Alessio Spaziano, il camionista 25enne di Caserta arrestato venerdi’ per aver investito e ucciso con il suo camion, a Biandrate in provincia di Novara, il sindacalista Adil Belakhdim.

La decisione è arrivata in tarda mattinata  al termine dell’udienza di convalida dell’arresto svoltasi questa mattina nel carcere di Novara davanti al gip Andrea Guerrerio  del locale Tribunale.

alessio spaziano

L’interrogatorio nel carcere di Novara e’ durato per circa tre ore, durante le quali il camionista, difeso dall’avvocato Gabriele De Juliis del foro di Napoli, ha ricostruito quanto accaduto venerdi’ mattina, all’ingresso del centro distribuzione Lidl di Biandrate. Il giovane si e’ detto piu’ volte dispiaciuto e ha precisato che non aveva intenzione di investire nessuno. “Il mio assistito ha fornito la massima collaborazione”, ha spiegato il suo legale. Spaziano, che faceva trasporti di surgelati per una ditta di Castellammare di Stabia,  e’ accusato di omicidio stradale e resistenza.

IL CAMIONISTA HA SPIEGATO DI ESSERE FUGGITO PER PAURA

Quest’ultimo reato si riferisce alla circostanza del tentativo messo in atto da un agente della Digos della Questura di Novara di fermare il camionista, appoggiando il proprio distintivo sul parabrezza del camion e intimando l’alt.

LEGGI ANCHE  Rider di Benevento denuncia: 'Picchiati e derubati senza tutele'

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHESindacalista ucciso al picchetto: il camionista di Caserta attende la convalida del fermo

Il camionista ha risposto a tutte le domande del magistrato, ribadendo di non avere assolutamente avuto la volonta’ di uccidere nessuno: e’ stata la paura, secondo la versione fornita dal giovane casertano, a spingerlo a fuggire per qualche minuto, salvo poi fermarsi e chiamare egli stesso il 112.


Di La Redazione



Ti potrebbe interessare..