Napoli, inchiesta sull’imbarazzante show della tik toker sul Lungomare

Il consigliere regionale Borrelli ha presentato una denuncia contro Rita De Crescenzo per blocco stradale dopo lo spettacolo al Largo Sermoneta

google news
ritadecrescenzo
ritadecrescenzo

E’ stata aperta un’inchiesta  sull’imbarazzante show andato in scena l’altro giorno al largo Sermoneta sul Lungomare di napoli e che ha visto come protagonista la nota “tik toker” Rita de Crescenzo meglio nota come  “Pazzarella”.

La donna (che ha oltre 564mila followers e più di 26 milioni di like) nel realizzare un video clip ha bloccato il traffico suscitando le ira di centinaia di automobilisti e l’indignazione di tanta gente. 

La denuncia presentata dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli ora è al vaglio degli investigatori che dovranno accertare se ci fossero tutti i permessi per realizzare il video clip con relativa diffusione sonora e occupazione di suolo pubblico.

PER GUARDARE IL VIDEO CLICCA QUI

Ma quello che ha indignato tanti cittadini è stata l’assenza di forze dell’ordine vigili urbani compresi.Rita De Crescenzo, l’ormai celebre Tik –toker degli ormeggi abusivi già con un passato di arresti per spaccio e associazione con il clan di camorra del Pallonetto di Santa Lucia, lo aveva preannunciato sui social e lo ha fatto.

 TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, da lunedì si parte con i vaccini nelle farmacie

Nella giornata del 3 giugno ha dato vita ad uno spettacolo a Largo Sermoneta per poi spostarsi alla Riviera di Chiaia. Dopo essere arrivata con i suoi accompagnatori a bordo di una Hummer Limousine, si è sistemata a Largo Sermoneta al centro della carreggiata, paralizzando il traffico e dando vita a canti e balli per le riprese di un suo video con la musica a tutto volume che era udibile fino a Posillipo mentre alle Riviera di Chiaia ha bloccato il traffico sostando in seconda fila.

LA DENUNCIA DI BORRELLI: “vicenda vergognosa”

Molto duro il commento del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che ha presentato la denuncia: “Il soggetto in questione l’abbiamo denunciato già per la questione dell’approdo abusivo sul Lungomare, ma nonostante le denunce ed i sequestri ha continuato ad operare nell’illecito. Tra l’altro non risulta essere titolare di alcuna concessione secondo le notizie forniteci dall’Autorità Portuale.

Quello è accaduto a Largo Sermoneta e alla Riviera di Chiaia è incredibile e vergognoso, è stata paralizzata un’intera strada, con persone che hanno occupato la carreggiata e quindi hanno messo in pericolo la propria incolumità, quella degli automobilisti e dei pedoni. Il tutto per realizzare un video per il quale non era stato richiesto alcun permesso, siamo senza parole, qui si sta degenerando.

Tanti cittadini ci hanno contattato perché sono rimasti sconcertati ed indignati, ci hanno detto che la musica si sentiva anche dalla parte alta di Mergellina e a Posillipo. Abbiamo quindi deciso di denunciare l’accaduto alla Polizia Municipale e di presentare un esposto alla Questura. Certi soggetti non possono pensare di poter fare ciò che vogliono sempre e comunque e di sentirsi i padroni della città“, ha concluso Borrelli.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Juve Stabia, solo un pari con la Viterbese

La Juve Stabia sale a 10 punti in classifica e affianca la Turris, sconfitta nettamente a Giugliano, al quarto posto

A Portici arrestato 60enne: nascondeva armi e droga in casa

Operazione della polizia nella case popolari di via Dalbono a Portici, recuperate 3 pistole, quasi 25o proiettili e due chilogrammi di droga

Napoli, detenuto morto a Poggioreale: rinviata l’autopsia

Gennaro Perrone, fratello del detenuto trovato morto nel bagno della cella nel carcere di Poggioreale si dice preoccupano per le lungaggini burocratiche

Napoli, piove in corsia al Vanvitelli: operatori e sindacati protestano

La pioggia intensa di questi giorni ha colpito anche il reparto di Ostetricia e Sala parto

IN PRIMO PIANO

Pubblicita