Napoli, controlli nella Movida: 300 identificati

SULLO STESSO ARGOMENTO

Circa 300 persone sono state controllate ieri nel corso di un’operazione interforze nella zona della movida di Napoli.

Infatti gli agenti del Commissariato San Ferdinando e della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale e i militari dell’Arma dei Carabinieri e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza hanno effettuato controlli nella zona dei “Baretti”, via Generale Orsini, via Partenope e via Francesco Caracciolo.

Passeggio Lungomare di Napoli

Nel corso dell’attività sono state identificate 276 persone, di cui una sanzionata poiché priva della mascherina, e controllati 5 esercizi commerciali; inoltre, in piazza Vittoria i poliziotti hanno denunciato un 17enne casertano poiché trovato in possesso di un coltello della lunghezza di 19 cm.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Covid, il 24,01% degli italiani è immune

    Infine, in via Generale Orsini e via Francesco Caracciolo hanno denunciato M.D.N. e L.M., napoletani di 36 e 49 anni con precedenti di polizia, poiché sorpresi nuovamente ad esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo e, contestualmente, hanno notificato loro un ordine di allontanamento.






    LEGGI ANCHE

    Violentò una turista a Sorrento: arrestato tunisino

    Oggi, a Marsala, in Sicilia, i Carabinieri della Compagnia di Sorrento hanno eseguito un'ordinanza di custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di...

    Pietramelara, urta scooter e causa lesioni al conducente: 57enne denunciato

    Durante la serata del 19 febbraio, un 57enne di Pietramelara (Caserta) è stato denunciato dai carabinieri per lesioni personali stradali in seguito all'urto laterale...

    I piatti della Quaresima a Napoli alla trattoria e pizzeria “Ieri,Oggi, Domani”

    Nel nome dei piatti della Quaresima a Napoli, la trattoria e pizzeria “Ieri,Oggi, Domani”, con il suo patron Pasquale Casillo, ha dedicato un momento...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE