A differenza che in passato, oggi la Borsa è un luogo virtuale accessibile a tutti, anche a chi non possiede grandi capitali di investimento e ai piccoli risparmiatori.

Con il trading online è infatti possibile, utilizzando apposite piattaforme, negoziare asset finanziari nel web.

La procedura è molto semplice, basterà infatti iscriversi ad una delle tante piattaforme di trading online autorizzate e decidere su quali strumenti finanziari investire. Alcune di queste permettono, tra l’altro, di iniziare in modalità conto demo cioè fare pratica simulando gli investimenti con denaro virtuale.

Nonostante la facilità di utilizzo, però, per non incappare in truffe e operare sui mercati finanziari al meglio è consigliabile approfondire l’argomento ed informarsi bene. Ci vengono in aiuto dalle pagine del loro sito, uno dei più completi e affidabili del settore, gli specialisti di toptrading24, cliccandoci sopra sarà possibile visitarlo e restare sempre aggiornati su tutto quello che riguarda il trading online.

Ma a seguito della crisi mondiale dovuta al coronavirus, come sono cambiati i mercati finanziari e su quali asset è meglio investire nel 2021? Ecco un’analisi.

 

Quali sono gli strumenti finanziari su cui investire

 

I mercati finanziari sono suscettibili ai cambiamenti che avvengono nella vita economica e politica dei vari Stati. Per questo motivo, all’inizio della pandemia, c’era molta preoccupazione da parte degli esperti del settore e degli investitori sulle possibili conseguenze della crisi mondiale.

Tuttavia, i mercati finanziari hanno reagito bene ed ora, grazie alle campagne vaccinali attuate dai vari governi, si è aperto uno scenario positivo per chi desidera negoziare in Borsa.

Analizziamo, allora, gli asset finanziari su cui è possibile negoziare:

  • gli indici: sono storicamente considerati uno strumento piuttosto sicuro perché racchiudono le aziende di un paese quotate in Borsa con più capitale. L’indice italiano è il FTSE MIB
  • le materie prime: delle commodity fanno parte i metalli preziosi come i diamanti o l’oro, valutato da sempre il bene rifugio per eccellenza, ma anche petrolio, caffè o gas naturali. Le materie prime, a differenza di altri asset, sono meno soggette alle oscillazioni di mercato e per questo particolarmente sicure
  • le azioni: non si può parlare di mercati finanziari senza parlare di azioni, il più classico degli investimenti. Chi compra azioni di una società da un altro trader ne diventa automaticamente socio di minoranza, altrimenti è possibile negoziare in azioni tramite lo strumento dei CFD. Con i contratti per differenza non si possiede realmente l’asset ma si guadagna speculando su un titolo sottostante che ne replica l’andamento
  • il Forex: il forex è il mercato dove avviene lo scambio di coppie di valute. Speculando sull’andamento delle valute si deciderà quale della coppia vendere e quale, invece, comprare. Parliamo del mercato più liquido che esista, aperto h24 cinque giorni a settimana, dove quotidianamente il giro di affari si aggira sui 6000 miliardi di dollari
  • criptovalute: croce e delizia dei trader del mondo, anche dei più esperti. Sono monete virtuali, di cui la più famosa è il bitcoin, decentralizzate cioè non soggette a controllo da parte di banche o governi. Negli ultimi anni si è assistito ad un boom delle criptovalute e sono sempre più negoziate, tuttavia sono facilmente soggette alle oscillazioni dei mercati

 

Il consiglio degli esperti per negoziare al meglio sui mercati finanziari, soprattutto nel 2021 ed a seguito della crisi, è sicuramente quello di diversificare il più possibile, non investendo l’intero capitale a disposizione su un solo asset finanziario, ma piuttosto variare tra i vari strumenti, come quelli descritti sopra.

Scegliere piattaforme serie e restare sempre aggiornati è, dunque, il miglior modo per praticare l’attività del trading online.



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..