foto di repertorio

contro : “Può fare il barista, non il varista”

“Non ho nulla contro il , io ce l’ho con Mazzoleni per il Var sia per la gara di Napoli che per quella di . Anche il gol di Osimhen era valido. Io vorrei sapere cosa si son detti Doveri e tra loro. Se non era rigore, perché non ha dato la punizione? Non ha dato la punizione perché aveva la coscienza sporca. va radiato dal calcio”.

Così Clemente Mastella, sindaco di , intervenuto su Radio Casteddu nella polemica dopo il rigore negato ai campani nella partita di domenica scorsa. La decisione dell’arbitro, che prima ha assegnato il rigore alla squadra di Inzaghi e poi l’ha annullato dopo il richiamo del Var e l’esame della immagini, ha scatenato la reazione furibonda dei dirigenti della società beneventana e del primo cittadino.

La cui moglie, senatrice Lonardo, ha presentato un’interrogazione al premier Draghi. “Draghi è impegnato con la pandemia?”, si domanda , “ma allora perché è intervenuto sulla Superlega? Se interviene sulla Superlega deve farlo anche sul . Perché siamo stati fregati. Non ho nulla contro il , ma non possiamo far finta di nulla. Il ha recuperato contro il Parma anche negli ultimi minuti, quindi avremmo potuto farcela anche noi.

CONTRO . Non sto attaccando il , lo ripeto, ce l’ho con Mazzoleni. Ha espulso Koulibaly per razzismo, può fare il barista non il varista, deve lasciare il calcio. C’è un disegno contro il Benevento? Non lo so. Ma, come diceva Andreotti a pensare male si fa peccato ma spesso s’indovina”, conclude Mastella.



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..