Napoli, pizzo ogni settimana al clan Sibillo. IL VIDEO

SULLO STESSO ARGOMENTO

Le 21 persone arrestate questa mattina a Napoli, legate al clan Sibillo, sono considerate a vario titolo partecipi di quell’articolazione satellitare del clan Contini, conosciuta come la ‘Paranza dei bambini’.

Un gruppo che non agiva autonomamente, ma che di fatto svolgeva ruolo di guardaspalle del clan Contini. Negli anni scorsi, nella ‘faida dei bambini’, i Sibillo non facevano altro che condurre uno scontro a bassa intensità tra l’Alleanza di Secondigliano e il cartello dei Mazzarella, per il rafforzamento delle rispettive presenze nelle zone di confine in particolare Forcella. I Mazzarella utilizzavano il gruppo Buonerba e l’Alleanza di Secondigliano utilizzava questi giovani violenti, che hanno svolto sempre una funzione, come ci tengono a sottolineare gli inquirenti, “in condizioni di assoluta subordinazione”.

Da quanto emerso dalle indagini di carabinieri e Dda, le vittime delle estorsioni della zona di Forcella, nel centro di Napoli, erano costrette a versare quote settimanali e, anche a Pasqua, da 500 euro. In un caso specifico la vittima è stata costretta a inginocchiarsi dinanzi alla statua del baby-boss Emanuele Sibillo, ma tutti i commercianti taglieggiati venivano convocati nel “palazzo della buonanima”. Dalle indagini è emerso che uomini del gruppo criminale compivano delle vere e proprie ronde nelle strade di accesso al quartiere e che, persino, alcuni militari dell’Esercito, impegnati nell’operazione “Strade sicure”, sono stati avvicinati da persone armate.



    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Rimosso da Forcella l’altarino del boss Emanuele Sibillo

    L’Alleanza di Secondigliano, federazione tra i clan Contini, Mallardo e Bosti, secondo la procura di Napoli, e’ attiva ovunque fiuta un ‘affare’ e sta rilevando attivita’ imprenditoriali in questo momento di crisi post pandemia. Un cartello negli anni sottotraccia e che ora ha ‘costole’ criminali sparse ovunque, come i Sibillo, smantellati oggi, e considerati gruppo satellite dei Contini, con il clan Mazzarella tra le piu’ importanti della Campania.


    Torna alla Home


    Un polo fieristico dedicato alla zootecnia destinato a diventare il più grande d’Italia e pronto a lanciare la sfida all’Europa. Una iniezione di fiducia ai giovani e la grande volontà di completare le opere dedicate al segmento dell’agricoltura iniziate negli ultimi anni. Questi i buoni propositi lanciati da Casa Coldiretti...
    Napoli affonda nella delusione dopo la sconfitta casalinga contro l'Empoli. L'amarezza per un anno senza successi dopo lo scudetto è profonda, e l'atteggiamento svogliato di Osimhen e compagni ha fatto guadagnare loro l'indifferenza di una città che solo 12 mesi fa festeggiava il titolo fino a tarda notte. La disillusione...
    Violenza all'esterno dello stadio Arechi prima del match tra Salernitana e Fiorentina. Dieci agenti delle forze dell'ordine sono rimasti feriti negli scontri tra le due tifoserie. Secondo quanto riferito dalla Questura di Salerno, tre agenti sono stati trasportati in ospedale per le cure del caso, mentre gli altri sette sono...
    Antonio Scurati, ha recitato (e in parte aggiunto) a Napoli, durante l'evento Repubblica delle Idee, il monologo sul 25 aprile che avrebbe dovuto essere presentato su Rai3 da Serena Bortone. Il pubblico ha interrotto l'autore più volte con applausi. "Il fascismo è stato, per tutta la sua esistenza storica e...

    IN PRIMO PIANO