I Carabinieri della Stazione di Forio hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, nei confronti di un 22enne di Terme, ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori, lesioni e aggravate e continuate.

Le indagini, condotte dalla Stazione Carabinieri di Forio e coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli – IV Sezione “Violenza di genere e tutela delle fasce deboli della popolazione”, hanno permesso di ricostruire che l’arrestato, da svariati anni, esercitava nei confronti della ex fidanzata pressioni psicologiche e violenze fisiche. La gelosia e l’ossessione del controllo spesso spingeva l’indagato a verificare la messaggistica del telefono cellulare della donna, costringendola addirittura a restare in casa e ad abbandonare le proprie amicizie.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Le bloccano il conto corrente: pensionata fa causa alle Poste

L’attività investigativa è scaturita da una dettagliata denuncia della vittima, che ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri dopo l’ennesimo atto di violenza, avvenuto pochi giorni orsono. In particolare, dopo la rottura della relazione sentimentale, l’indagato ha investito con la propria autovettura la madre della ex compagna nel centro di Forio, provocandole lesioni guaribili in 10 giorni.



Finto impiegato di banca si fa dare 20mila euro da una coppia: arrestato

Notizia precedente

Napoli, giovane migrante: inseguito e arrestato dopo una rapina

Notizia Successiva


Commenti

I Commenti sono chiusi


Ti potrebbe interessare..