Napoli, misure di sostegno ai clochard per l’emergenza caldo

Napoli si prepara a fronteggiare un'ondata di calore eccezionale...

Il Napoli si sveglia nel finale ma non basta: vince la Juve

SULLO STESSO ARGOMENTO

Partita che entra fin da subito nel vivo con Cristiano Ronaldo che si divora il gol del vantaggio al secondo minuto.

Poco dopo grande occasione anche per Zielinski, ma il risultato resta invariato. Al 13’ un super Chiesa serve un pallone d’oro a Ronaldo che sigla il vantaggio della Juventus. Il Napoli prova a pareggiare ma è troppo timido e non riesce ad impensierire seriamente Buffon. Nel secondo tempo per i bianconeri entra in campo Dybala che ci mette 4 minuti per segnare il raddoppio della squadra di Pirlo.

PUBBLICITA

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Covid, scende al 9,3% la percentuale dei positivi in Campania

Doppio vantaggio bianconero che arriva nel miglior momento del Napoli. Gli azzurri continuano ad attaccare ma in maniera sterile; Osimhen e l’uomo più pericoloso dei partenopei ed infatti è proprio il nigeriano a procurarsi il rigore all’89’ realizzato poi da Insigne. Il Napoli perde quindi e si fa scavalcare dalla Juventus che si porta a +3 in classifica; la sfida al quarto posto resta comunque aperta ed entrambe le compagini avranno 9 giornate a disposizione per conquistare il quarto posto.

La squadra di Gattuso non riesce ad ottenere il settimo risultato utile in campionato. Per i bianconeri a segno Ronaldo (13’), Dybala (73’), per gli azzurri Insigne (89’).

Partita che entra fin da subito nel vivo con Cristiano Ronaldo che si divora il gol del vantaggio al secondo minuto. Poco dopo grande occasione anche per Zielinski, ma il risultato resta invariato. Al 13’ un super Chiesa serve un pallone d’oro a Ronaldo che sigla il vantaggio della Juventus. Il Napoli prova a pareggiare ma è troppo timido e non riesce ad impensierire seriamente Buffon. Nel secondo tempo per i bianconeri entra in campo Dybala che ci mette 4 minuti per segnare il raddoppio della squadra di Pirlo. Doppio vantaggio bianconero che arriva nel miglior momento del Napoli. Gli azzurri continuano ad attaccare ma in maniera sterile; Osimhen e l’uomo più pericoloso dei partenopei ed infatti è proprio il nigeriano a procurarsi il rigore all’89’ realizzato poi da Insigne. Il Napoli perde quindi e si fa scavalcare dalla Juventus che si porta a +3 in classifica; la sfida al quarto posto resta comunque aperta ed entrambe le compagini avranno 9 giornate a disposizione per conquistare il quarto posto.

 Gianmarco Amato


googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE