Di Giacomo e Croce, dialogo tra napoletani illustri: il 28 giugno a Napoli

Spettacolo al Centro Direzionale di Napoli: Un Dialogo Immaginario...

Valentina Vezzali nuovo sottosegretario allo Sport 

SULLO STESSO ARGOMENTO

 Valentina Vezzali è stata nominata sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio, con delega allo Sport. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Mario Draghi.

Punti Chiave Articolo

Sottosegrataria allo sport nel governo di Mario Draghi. E’ una vita piena quella di Valentina Vezzali, jesina, fiorettista e mamma vincente.

PUBBLICITA
Le vittorie

A 47 anni, la donna più medagliata di tutto lo sport azzurro: sei volte olimpionica (tre volte di fila nel fioretto individuale, tre a squadra) tredici volte campionessa del mondo, e poi un argento e due bronzi ai Giochi, sei argenti e quattro bronzi Mondiali.

Oltre i confini nazionali Vezzali è tra le atlete olimpiche più longeve. La prima volta sul podio fu ad Atlanta ’96, l’ultima a Londra nel 2012. E’ tra i cinque atleti al mondo ad esser salita sul podio per cinque edizioni olimpiche di seguito, tra i sei ad aver vinto l’oro della sua specialità per tre volte di fila. Un’icona dello sport mondiale, insomma, alla quale il Cio chiese di donare la tuta del terzo oro vinto a Pechino per esporla nel suo museo di Losanna, tra le scarpette di Carl Lewis e i pantaloncini di Sotomayor.

Quattro anni dopo, l’omaggio arriva dallo sport italiano, che la sceglie come portabandiera alla cerimonia d’apertura di Londra 2012. Tra una gara e l’altra, Valentina non rinuncia ad esser madre. Il primogenito, Pietro, nel 2005, e lo porta a bordo pedana a Pechino; il secondo, Andrea, subito dopo Londra, e pochi mesi dopo aver partorito di nuovo in pedana per preparare l’ultimo Mondiale, fino al bronzo di Kazan 2014.

Nel 2009 ha partecipato a ‘Ballando con le stelle’, e con Sport e Salute si è messa a disposizione col progetto Legend per diffondere lo sport in progetti sociali, lei che col gruppo Fiamme Oro di cui fa parte si occupa dei giovani.

La vocazione all’impegno era sfociata nel seggio da deputata ottenuto con la Lista Civica di Monti: in Parlamento è rimasta dal 2013 al 2018, incrociando di nuovo la politica che ha provocato una delle polemiche più accese.

 


googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE