L’Aifa: ‘Il nesso morti e vaccino Astrazeneca al momento è solo temporale’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Su AstraZeneca “gli studi valutativi ci tranquillizzano e ancora di più gli studi sul campo”. Così Giorgio Palù, presidente dell’Aifa (Agenzia italiana del farmaco), intervistato a ‘Porta a porta’.

“Questi eventi tromboembolici si sono verificati con un’incidenza ancora più bassa che sulla popolazione non vaccinata – aggiunge -. Il nesso al momento è solo temporale, non causale”. Ed è quanto emerge dalle indagini e dalle autopsia effettuate nelle giornata di ieri le sette persone decedute in Italia morte dopo la somministrazione di AstraZeneca.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Afragola, bidello morto dopo il vaccino: oggi autopsia e funerali privati

In Campania infatti le morti di morte del bidello di 58 anni di Afragola, Vincenzo Russo e dell’insegnante del Vomero, Annamaria Mantile di 62 anni  sono attribuibili a cause naturali. Quest’ultima infatti è morta per infarto intestinale. Mentre Vincenzo Russo, morto il 10 marzo dopo due giorni dall’assunzione di AstraZeneca, i medici legali del secondo Policlinico di Napoli non hanno riscontrato alcuna relazione con l’inoculazione del vaccino Astrazeneca che aveva ricevuto solo due giorni prima.

     






    LEGGI ANCHE

    Voragine al Vomero, i ragazzi coinvolti: “Illesi per miracolo, poteva andare molto peggio”

    "Siamo veramente fortunati, la situazione avrebbe potuto essere molto, ma davvero molto peggiore. Siamo salvi per miracolo ed è tutto grazie anche alla prontezza...

    Blitz a Pomigliano d’Arco: armi e droga, indagata famiglia peruviana

    A Pomigliano d'Arco, i carabinieri della stazione locale hanno condotto un blitz presso un'abitazione situata in via Mauro Leone. L'operazione ha coinvolto un'intera famiglia...

    Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

    Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE