Agente della Penitenziaria morto per Covid, la moglie sui social: “E’ un omicidio, voglio giustizia. Non ha mai fatto un tampone, mai tutelata la salute”.

“Mi chiamo Barbara e da oggi sul mio stato civile troverò sempre la dicitura “vedova”. Sono vedova di Pino, mio marito, per lo stato Giuseppe Matano, ucciso dal Covid-19 contratto sul posto di lavoro”. Inizia così il lungo post di Barbara Greco moglie dell’agente penitenziario morto per covid. La donna spiega: “Mio marito era un ispettore di polizia penitenziaria in servizio presso la Casa Circondariale di Carinola. Ha compiuto 50 anni il 23 febbraio scorso, intubato in un letto di ospedale al centro Covid di Maddaloni, in provincia di Caserta, solo, senza neanche ricevere una telefonata di auguri da me o dai nostri figli. Perché Pino, dopo essersi recato a lavorare per lo Stato, si è ammalato di Coronavirus ed è morto in pochi giorni.
Mio marito non c’è più”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Terzo agente penitenzario di Carinola morto per covid

E quindi racconta:  “Ma io voglio raccontare a tutti quello che è successo, voglio che tutti sappiano il dramma assurdo che ha colpito la mia famiglia, che ha ucciso Pino e che, si badi bene, non è una casualità. Mio marito da quando è iniziata la pandemia non ha mai fatto tamponi nell’istituto penitenziario presso cui lavora. Non ha mai ricevuto adeguate protezioni dal contagio sul posto di lavoro. Non è stato mai tutelato. LO STATO LO HA FATTO MORIRE. Non ho studiato, ho la terza media… ma nella mia semplicità sono andata a vedere le normative che sono state emanate per regolamentare la protezione dal contagio del personale dell’Amministrazione Penitenziaria. Leggo, leggo e leggo…e trovo solo normative, protocolli, regolamenti a tutela e salvaguardia dei detenuti.
Leggo un Documento redatto dalla Conferenza delle Regioni il 6 agosto 2020 intitolato “Gestione Covid – 19 all’interno degli istituti penitenziari: linee di indirizzo”; non trovo nulla sui dipendenti della Polizia Penitenziaria. Ogni paragrafo fa riferimento ai detenuti, alle condizioni di sovraffollamento, alla fatiscenza dei locali, alle scadenti condizioni che rendono difficoltosa una adeguata disponibilità di spazi per la gestione degli isolamenti. Leggo la parte dedicata allo “scopo” del documento: parla di fornire linee di indirizzo a beneficio della popolazione detenuta. Leggo le linee di indirizzo nello specifico: non parla che di detenuti”.

LEGGI ANCHE  Covid a Torre Annunziata: 2 decessi, 60 nuovi contagi e 69 guarigioni

E ancora: “In tutto il documento non leggo un passaggio a chi invece i detenuti li deve gestire 24 ore al giorno, in condizioni di pericolosità, di degrado, condizioni che solo chi lavora nel carcere può conoscere.
Non leggo una riga che regolamenti le tutele da fornire a chi lavora nel carcere, a chi garantisce che i delinquenti (perché di questo stiamo parlando) non organizzino rivolte, non si ammazzino, da soli o tra loro, non commettano reati, non costituiscano pericolo per la comunità che, tranquilla, vive al di fuori delle mura del carcere stesso.
Il Garante Nazionale dei diritti delle persone detenute il 7 aprile ha pubblicato un bollettino. Anche qui solo parole per i detenuti.
Leggo altri articoli… si parla solo di detenuti”.

E infine una serie di domande e una promessa a se stessa e ai suoi figli: “E del personale della Polizia Penitenziaria chi ne parla??? Chi mi spiega come mai nel carcere di Carinola, dove mio marito lavorava, il 6 febbraio 2021 sono risultati positivi contemporaneamente 17 tra agenti e ispettori di Polizia Penitenziaria (di cui uno deceduto 2 giorni dopo, seguito oggi da mio marito), un infermiere ed un operatore sanitario, mentre le centinaia di detenuti sono risultati (a seguito di tamponi effettuati a tappeto) tutti negativi? Come mai l’Amministrazione Penitenziaria si è precipitata a sottoporre a tampone molecolare l’intera popolazione di detenuti del carcere dopo la scoperta di questo cluster tra agenti? Ripeto, sono una persona semplice… Ma è evidente che mentre lo Stato si adopera per tutelare i detenuti, non si adopera per tutelare i servitori dello Stato che lavorano nelle carceri e le loro famiglie.

LEGGI ANCHE  Anche Lorella Cuccarini positiva al covid

I detenuti… per legge la pena detentiva è finalizzata anche alla riabilitazione del condannato…ma non dimentichiamo che la tutela della loro salute non può costituire per lo Stato priorità rispetto alla tutela di chi lavora nelle carceri, di chi subisce spesso i soprusi dei detenuti, gli sputi, gli insulti, le minacce… di chi, per uno stipendio da fame, lavora affinchè queste persone, dalla accertata pericolosità sociale, non evadano per commettere altri crimini e non ne commettano in carcere a danno di altri.
Adesso lo Stato, quello Stato che tanto si è adoperato e si adopera per garantire dignità ai detenuti dovrà rispondermi. Quali tutele sono state approntate per mio marito? Quali sistemi di protezione non sono stati adeguatamente attuati? Cosa ha fatto per evitare che questo accadesse? E per colpa di chi o cosa mio marito è morto di un virus contratto sul posto di lavoro? Io ed i miei figli, Luca e Federica, vogliamo, pretendiamo delle risposte! E lo Stato ce le deve dare. Non potrò salutare mio marito nel suo ultimo viaggio…il suo contagio è stato anche il nostro, di tutta la famiglia.
Ma non avrò pace finchè lo Stato non risponderà alle mie domande e, se come immagino, le risposte non saranno soddisfacenti, non mi fermerò e chiederò giustizia per l’omicidio (perché questo sarebbe) di mio marito.
Barbara Greco”.

Gustavo Gentile

 

 




Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

I clan nel mercato dei carburanti, 45 misure cautelari e 71 denunciati

Nuova Operazione della Dia con l'infiltrazione dei Casalesi e del clan Cicala nel traffico di idrocarburi. Arresti a Salerno, Brescia,...
Leggi tutto

Oroscopo oggi la giornata segno per segno

Le previsioni dello Zodiaco per oggi 12 aprile
Leggi tutto

Vaccini: in Campania 73.000 adesioni over 60 in 2 giorni

Intanto la Campania ha somministrato 26mila dosi nelle ultime 24 ore
Leggi tutto

Il covid stronca l’ex campione di rugby, Massimo Cuttitta

Aveva 54 anni, è stato il capitano della nazionale italiana. Ha giocato anche con gli Harlequins di Londra
Leggi tutto

Nuovo rogo tossico a Giugliano, il sindaco chiede aiuto al Governo

Le fiamme si sono sviluppate dal campo rom nella zona Asi. Il sindaco Pirozzi: 'Da soli non possiamo più fronteggiare...
Leggi tutto

Caserta, 15enne pestato nel video: identificato l’aggressore

Denunciato un 15enne che pratica boxe. Ascoltati anche gli amici: potrebbe essere stata una spedizione punitiva. L’aggressione avvenuta nei mesi...
Leggi tutto

Napoli, ennesima rapina ai danni di un rider

Il grido di allarme di un rider rapinato nella serata di sabato nella zona collinare della città
Leggi tutto

Caserta, si ribellano ai controlli e aggrediscono gli agenti: 3 arresti

Scene da guerriglia urbana nel rione Tescione: botte, sputi e offese contro gli agenti. Qualcuno ha anche tentato di rubare...
Leggi tutto

Napoli, festa di compleanno ai Quartieri Spagnoli: multati in 21

Irruzione della polizia in un locale di via Nardones gestito da un uomo originario del Perù. Tutti multati e locale...
Leggi tutto

Portici, non si ferma all’alt, inseguito, si schianta a San Giorgio: arrestato

In manette è finito un pregiudicato di 59 anni di Portici. Si è schiantato con una volante della polizia
Leggi tutto

Covid, 15.746 nuovi casi in Italia: rapporto tamponi-positivi al 6,2%

Sono 331 i decessi, in calo rispetto ai 344 di ieri. Si conferma inoltre il calo della pressione sulle strutture...
Leggi tutto

Covid, la percentuale dei positivi è del 10,75% in Campania

Leggero aumento dei casi nelle ultime 24 ore con 1854 nuovi positivi e 27 decessi
Leggi tutto

Pagelle Sampdoria-Napoli: Ospina salva gli azzurri

Gli azzurri conquistano i 3 punti grazie ad una super prestazione dell’estremo difensore ed un Fabian Ruiz ispiratissimo.
Leggi tutto

Barrese e San Giorgio si dividono la posta in palio, 1-1 al Caduti di Brema

Ripartito anche in Campania il calcio minore con un grande derby napoletano
Leggi tutto

Il Napoli espugna Marassi e resta in corsa Champions

La squadra di Gattuso vince per 2-0 contro la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz (35’) e Osimhen (87’).
Leggi tutto

Napoli, era ai domiciliari ma continuava a spacciare: arrestato

In manette è finito il 35enne Gianluca Micillo, trovato con oltre mezzo chilo di hashish. nello stesso stabile sequestrati 425,400...
Leggi tutto

Riflettori della Prefettura di Napoli su Castellammare e Torre del Greco

Attenzioni sulle possibili infiltrazioni della criminalità organizzata nei comuni. Vertice in prefettura
Leggi tutto

Napoli, droga nascosta nella cassetta delle lettere: arrestato

In manette è finito il 28enne Angelo Pinto: nella buca delle lettere recuperati 24 grammi di cocaina
Leggi tutto

Napoli, controlli sul Lungomare Caracciolo: 37 persone sanzionate

Operazione interforze: sanzionati anche due chioschi in via Caracciolo per aver effettuato vendita da asporto oltre le ore 18.00.
Leggi tutto

Boscoreale, droga e munizioni sequestrati al Piano Napoli

Determinante, per il rinvenimento dello stupefacente, l’operato di “Gero”, il pastore tedesco addestrato per la ricerca della droga
Leggi tutto


Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..