Usa: arrestati lo sciamano Jack Angeli e l’uomo col leggio della Pelosi

SULLO STESSO ARGOMENTO

Usa: arrestati lo sciamano Jack Angeli e l’uomo col leggio della Pelosi.

Sono stati arrestati lo “sciamano” Jake Angeli e l’uomo fotografato mentre trasportava il leggio della presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, durante l’assalto del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti, a Washington. Lo ha reso noto un comunicato dell’ufficio del procuratore Usa nel Distretto di Columbia. Jacob Anthony Chansley, alias Jake Angeli, residente in Arizona, e’ stato arrestato oggi con le accuse di ingresso non autorizzato in un luogo soggetto a restrizioni e condotta violenta.

Per l’altro, invece, c’e’ anche una terza accusa: furto di proprieta’ del governo. L’uomo del leggio, la cui immagine era diventata virale in rete, si chiama Adam Christian Johnson e ha 36 anni; e’ un padre casalingo di cinque figli, sposato con un medico, e risiede con la famiglia a Parrish, stando al quotidiano locale “The Bradenton Herald”. L’arresto e’ stato effettuato in Florida ieri sera e Johnson si trova nel carcere della contea di Pinellas. Il portavoce dell’Fbi (Federal Bureau of Investigations), Andrea Aprea, ha detto che Johnson dovrebbe comparire davanti agli inquirenti lunedi’. C’e’ poi un terzo arrestato: Derrick Evans, 35 anni, della Virginia Occidentale, accusato di ingresso non autorizzato in un luogo soggetto a restrizioni e condotta violenta.


Torna alla Home

A Sant’Antimo arrestato contrabbandiere con 115 chilogrammi di sigarette

Sant'Antimo arrestato contrabbandiere: Carabinieri sequestrano 7750 pacchetti di sigarette. Indagini in corso A Sant'Antimo, i Carabinieri hanno condotto un'operazione di setacciamento e perquisizione su larga scala. Durante l'intervento, hanno scoperto 7.750 pacchetti di sigarette di contrabbando (775 stecche) nascosti in un garage sotterraneo condominiale in via Svizzera. Il box, lasciato aperto,...

Crollo Maiorca, 4 morti e 30 feriti: al momento non risultano italiani coinvolti

Crollo Maiorca: la Farnesina è in contatto con il consolato generale di Barcellona e con il console onorario a Maiorca per verificare il coinvolgimento di cittadini italiani nel crollo di un ristorante a Palma di Maiorca, avvenuto ieri sera. Al momento, non risultano conferme di italiani tra le vittime...

CRONACA NAPOLI