foto dal web

Operaio cade e muore mentre ripara il tetto del carcere di Secondigliano

Incidente mortale sul lavoro nel carcere napoletano di Secondigliano: a perdere la vita un operaio di 50 anni, Giovanni Ferrante, precipitato dalla scala mentre era impegnato in lavori di impermeabilizzazione del tetto.

L’uomo e’ caduto da un’altezza di 5 metri ed e’ morto sul colpo. La Procura di NAPOLI, che ha aperto un fascicolo, ha disposto l’invio sul posto dei carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro per accertamenti.

Scrivi la tua opinione


Napoli, ingombranti in strada: ripresi da telecamere

Notizia Precedente

Il dg ASL Napoli 1: ‘Tesserati Empoli? Applicato protocollo Ministero’

Prossima Notizia


Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie


Ti potrebbe interessare..