Inchiesta Cisl Campania: assolta l’ex segretario Lina Lucci

SULLO STESSO ARGOMENTO

Inchiesta Cisl Campania: assolta l’ex segretario Lina Lucci accusata di appropriazione indebita e simulazione di reato

Il Tribunale di Napoli, giudice Alessandra Lotti della VII sezione, ha assolto perché il fatto non sussiste l’ex segretario generale della Cisl Campania Lina Lucci dalle accuse di appropriazione indebita, di circa 77mila euro e di simulazione di reato relativamente alla denuncia di smarrimento di alcune scritture contabili.

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2020/12/covid-18-236-nuovi-casi-e-683-morti-in-italia/

Le contestazioni, secondo il sindacato, riguardavano quote di affitto, lavori di ristrutturazione e corsi di formazione, per una somma che complessivamente si aggirata sui 77mila euro.

    (Foto dal web)

    Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2020/12/scossa-di-terremoto-a-milano-avvertita-dalla-popolazione/

    Insieme con la Lucci è stato assolto anche il segretario amministrativo Carmen Costagliola, anche lei con la formula “perché il fatto non sussiste”. L’altro indagato, Salvatore Denza, responsabile all’epoca della contabilità dell’Usr Cisl Campania, all’epoca dei fatti rinviato a giudizio, non andò a processo in quanto nei suoi confronti la Cisl non presentò denuncia. L’indagine prese il via a seguito di un esposto presentato alla Procura di NAPOLI, quattro anni fa, precisamente nel 2016, dal dirigente del sindacato Piero Ragazzini.

    Segui Cisl Campania su Facebook: https://www.facebook.com/Cisl-Campania-387506001427164






    LEGGI ANCHE

    Napoli, “Se non mi date i soldi vi uccido”, 5 studenti minacciati con un coltello da un presunto camorrista

    Nella recente rapina avvenuta a Napoli, 5 studenti ventenni sono stati minacciati da un individuo mentre si preparavano a riprendere l'auto parcheggiata in via...

    Arrestato a Capodichino boss latitante di Taranto: stava fuggendo in Spagna

    Giuseppe Palumbo, un boss latitante di 35 anni della città di Taranto, è stato arrestato dalle forze dell'ordine al momento in cui stava per...

    Violentò una turista a Sorrento: arrestato tunisino

    Oggi, a Marsala, in Sicilia, i Carabinieri della Compagnia di Sorrento hanno eseguito un'ordinanza di custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE