Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Costiera Amalfitana

Nascondeva la cocaina nelle parti intime: 35enne arrestato a Praiano

PUBBLICITA

Pubblicato

il

praiano,carabinieri Amalfi


PUBBLICITA

Nella serata di martedì scorso i Carabinieri della Compagnia di Amalfi hanno arrestato un uomo di per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Per il 35enne le manette sono scattate a seguito di un controllo effettuato dai militari dell’Aliquota Operativa, i quali, insospettiti dalla sua presenza in strada all’imbrunire con un atteggiamento sospetto, hanno deciso di sottoporlo ad accertamenti.

Già noto alle forze dell’ordine, visibilmente agitato, il praianese è stato sottoposto a una perquisizione personale, durante la quale, ben occultate negli slip, sono state trovate due bustine di cellophane contenente una polverina bianca, risultata poi essere cocaina.

Condotto in caserma per gli atti di rito, verificata la quantità e la qualità della sostanza stupefacente (circa 4 grammi), per lui è inevitabilmente scattato l’arresto. Il pubblico Ministero ne ha disposto i domiciliari.

Nella giornata di ieri infine, dopo la convalida dell’arresto da parte del Gip del Tribunale di Salerno, per il 35enne è sta prevista la misura cautelare meno afflittiva dell’obbligo di firma presso la Stazione dei Carabinieri di Positano.

Continua a leggere
Pubblicità

Costiera Amalfitana

Covid, Msc consegna 30000 test ai sindaci della Penisola Sorrentina 

Pubblicato

il

covid ms5

Sono stati consegnati oggi 30000 test antigenici da parte della MSC Foundation ai sindaci dei sei comuni della Penisola Sorrentina

Un’azione annunciata nei primi giorni di novembre e che rientra in un percorso iniziato a marzo scorso con l’obiettivo di dare risposte concrete all’emergenza del coronavirus. La disponibilita’ dei 30.000 test antigenici, che hanno un valore di circa 200.000 euro, consentira’ ai Comuni di Vico Equense, Meta di Sorrento, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, Sorrento, Massa Lubrense di effettuare un’attivita’ integrativa di monitoraggio epidemiologico per avere un quadro piu’ definito della diffusione del virus. Alla cerimonia di consegna a Villa Fiorentino hanno partecipato i sindaci Andrea Buonocore di Vico Equense, Giuseppe Tito di Meta di Sorrento, Vincenzo Iaccarino di Piano di Sorrento, Pietro Sagristani di Sant’Agnello, Massimo Coppola di Sorrento e Lorenzo Balducelli di Massa Lubrense, l’amministratore delegato della Fondazione Sorrento, Gaetano Milano, e – in rappresentanza del gruppo MSC – Leonardo Massa, managing director Italia di MSC Crociere. “Si consolida il rapporto tra il territorio e la MSC ed in particolare con il comandante Gianluigi Aponte, presidente anche di MSC Foundation” ha affermato l’amministratore delegato della Fondazione Sorrento, Gaetano Milano.

“I Comuni della Penisola Sorrentina ringraziano il Comandante e MSC Foundation rilevando l’importanza dell’iniziativa in risposta all’emergenza in atto”. “Per me e’ un grande privilegio essere qui oggi in rappresentanza della fondazione e del Gruppo MSC per sottoscrivere la consegna dei 30.000 test antigenici”, ha spiegato Leonardo Massa. “La MSC Foundation e’ stata istituita per dare un supporto concreto alla salvaguardia del pianeta e delle popolazioni che lo abitano e l’iniziativa odierna conferma questa mission. I test che doniamo oggi rappresentano un importante supporto al territorio in un momento in cui si iniziano a delinearsi i tempi della fine di questa pandemia”. La MSC Foundation e’ stata istituita per portare avanti gli impegni sul fronte della responsabilita’ sociale del gruppo MSC e svilupparne di nuovi. In qualita’ di leader globale, infatti, il Gruppo MSC – e’ stato sottolineato nell’incontro – “e’ mosso da un forte senso di responsabilita’ verso il pianeta, i suoi abitanti e le sue risorse – in particolare gli oceani – nella convinzione che le generazioni di oggi debbano lavorare per lasciare un mondo migliore a quelle future”.

Continua a leggere

Castellammare di Stabia

Nave Stabia I affondata nel Porto di Salerno, Celano: ‘Recuperare il relitto’

Pubblicato

il

nave stabia

In una lettera inviata al Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, il Consigliere Comunale di Forza Italia, Roberto Celano, chiede di mobilitarsi per recuperare il relitto della nave Stabia I che il 9 gennaio del 1979 affondò dinanzi il Porto cittadino con a bordo un equipaggio composto da tredici marinai di cui ne morirono dodici.

Tra questi due giovani della Costiera Amalfitana: Enrico Guadagno di Amalfi e Maurizio D’Urso di Maiori.
«Quel giorno – si legge nella missiva -in condizioni di mare avverso in pieno inverno, la nave fu trascinata dalle onde sugli scogli del porto. Di lì a poco s’inabissò e lì è rimasto ormai da oltre quarant’anni. Da allora non è mai stata presa in considerazione l’idea di recuperare il relitto che divenne la bara dei dodici marinai, tutti compresi tra le province di Napoli e Salerno».

«Troppo alti i costi, nonostante fosse stato costituito un comitato dei parenti delle vittime. La presenza in questo periodo di una draga che sta eseguendo lavori al porto di Salerno potrebbe, però, essere l’occasione di provare a risollevare lo Stabia I e dare finalmente degna sepoltura ai dodici marinai che sono dentro» scrive Celano che chiede al primo cittadino «di rendersi parte attiva di tale istanza e di provare finalmente a dare degna sepoltura a dodici uomini figli della nostra regione».

Continua a leggere

Le Notizie più lette