HomePrimo PianoMamma di bimba autistica della provincia di Caserta: 'Mia figlia discriminata a...

Mamma di bimba autistica della provincia di Caserta: ‘Mia figlia discriminata a scuola’

google news

“Per consentire al terapista di mia figlia, affetta da problematiche di salute legate allo spettro autistico, di entrare in classe e’ necessario il permesso di entrambi i genitori di tutti gli altri bambini ma purtroppo c’e’ chi non ha firmato il modulo negando, di fatto, il diritto alla salute alla mia bambina”.

 

A denunciare quello che lei definisce “un comportamento discriminatorio intollerabile” e’ Antonella, mamma di una bimba affetta da una forma di autismo che frequenta un istituto scolastico di Sant’Arpino, in provincia di Caserta. “La preside a cui mi sono rivolta – continua Antonella – non c’e’ stata d’aiuto: ci ha detto che aveva cose piu’ importanti da sbrigare. Ci ha anche invitati a cambiare scuola. Evidentemente – sottolinea la signora – per lei la disabilita’ della mia bambina e’ un problema”. La donna ha deciso di rivolgersi ad un legale, l’avvocato Angela Bilancio, per far valere le sue ragioni e la professionista ha inviato una lettera alla dirigente scolastica: “Dopo la missiva – sottolinea la donna – e’ stata convocata una riunione on-line per discutere della vicenda, subito interrotta quando e’ stata resa nota la partecipazione anche del nostro avvocato”.

“E’ evidente – conclude la donna – probabilmente la disabilita’ per questa signora non e’ una cosa importante”. “Se le cose sono andate cosi’ e’ gravissimo, – sostiene Asia Maraucci, presidente dell’associazione ‘La battaglia di Andrea’ e madre d un bimbo autistico escluso dalla recita natalizia in un istituto scolastico del Napoletano – non si puo’ assolutamente giustificare una dirigente scolastica che invita la madre della bimba disabile a cambiare scuola, non si puo’ minimamente pensare che la scuola invece di esserti da supporto ti diventa quasi un ostacolo. Faremo luce su questa situazione, – continua la presidente dell’associazione – sperando che tutto sia solo frutto di un grande fraintendimento. La scuola – conclude – e’ inclusione ed e’ inaccettabile invitare i genitori a cambiare istituto, significherebbe una grande sconfitta per tutti”.

Redazione Cronache
Redazione Cronachehttps://www.cronachedellacampania.it
Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news
spot_img

Leggi anche

Fondazione Premio Napoli: pubblicato il regolamento per l’iscrizione alla Giuria Popolare

La Fondazione Premio Napoli che promuove il premio letterario dedicato alla città di Napoli, ha pubblicato il nuovo regolamento per l’iscrizione dei lettori e...

Felix Drummer Fest: 100 batteristi per le vie del borgo e nel castello medievale di Felitto

Felix Drummer Fest il 29, 30 e 31 luglio per le vie del borgo e nel castello medievale di Felitto (SA). Un evento organizzato ed...

‘Passione Live’ al Real Sito di Carditello

Sabato 2 luglio, presso il Real Sito di Carditello, alle ore 21.00, di scena "Passione Live", uno concerto al contempo moderno e tradizionale, capace...

Estate, Tree: ‘Momento ideale per formarsi!’

Tree, il progetto innovativo che fonde coworking, formazione e lavoro, ideato da due giovani professionisti aversani: Carlo Girone e Domenico Improda, invita inoccupati, disoccupati,...

CRONACHE TV

spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita