la piazza



Dal 10 novembre in libreria “La piazza”, il primo di per Robin Edizioni.

« era fatta così, quando qualcuno aveva trovato il suo luogo di appartenenza se lo teneva stretto e, automaticamente, quel posto diventava suo. Nessuno poteva farci nulla. Una proprietà non garantita dalla legge scritta, ma altrettanto valida.»

 

 

ADS

Un’autrice girovaga, Angela Vecchione, che attraversa Roma, poi San Francisco, Torino, Doha, Milano, nasce ad Avellino e scrive di Napoli.

Il primo romanzo “La piazza”, con protagonista  una donna che assume sulle proprie spalle la salvezza e la possibilità di futuro per l’intera sua famiglia.

L’ambientazione è quella di Napoli, nell’anno 1985, immersa nelle fila della criminalità organizzata. I temi trattati sono argomenti molto delicati come gli abusi sessuali, la dipendenza dall’eroina, l’aborto, la camorra.

Lo stile è chiaro e crudo, in un misto di dialetto e italiano aulico che si mescolano armoniosamente.

Il libro
Antonio ha un peso che lo opprime, ricordi che solo l’eroina può rendere sopportabili. Giuliana tiene nascosto dentro di sé un passato traumatico, da cui vorrebbe fuggire. Domenico, invece, il passato non lo vuole dimenticare, perché nessun altro debba subire la sua stessa ingiustizia. Salvatore dell’illegalità ha fatto un mestiere, legandosi alla camorra.

LEGGI ANCHE  'Ma perché non te ne vai?', il libro di Christian Coduto per Officina Milena

Storie diverse, ma tutte legate a Rosa, una donna plasmata da legami famigliari in cui crede ostinatamente, nonostante gli abusi subiti dagli uomini della sua vita. Tutti eccetto Domenico che, come i suoi figli, le ha dato solo amore. Proprio quando una verità tremenda riemerge, a Rosa tocca l’onere di difendere la sua famiglia dai criminali legati al marito e mettere in salvo il futuro dei suoi figli. A qualunque costo.

Tieniti aggiornato su http://www.robinedizioni.it/

è nata ad Avellino nel 1978. Laureata in Lingue e Letterature straniere sul teatro di Harold Pinter, ha vissuto a Roma, San Francisco, Torino, Doha, Milano. Dal 2012 risiede stabilmente a Torino dove insegna inglese e spagnolo. Fa parte della redazione di exlibris20, rivista letteraria per cui cura diverse rubriche.

In libreria
Collana le giraffe – Euro € 16,00 – Pagg. 280 – ISBN 978-88-7274-729-2

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2020/11/de-giovanni-fumetti-buio/



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

Dabo del Benevento positivo al covid al rientro dalla nazionale

Notizia precedente

Vivi a domani, il singolo di debutto dei Sirente

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..